SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La seconda edizione di Milano Photo Week si terrà dal 4 al 10 giugno. Una settimana di 170 eventi tra mostre, incontri, laboratori, progetti editoriali, proiezioni urbane dedicate alla fotografia. Si va dai reportage di guerra alle immagini dal mondo; dalle foto di architettura fino all’arte contemporanea; dalle biografie dei protagonisti, da scoprire guardando un film, alla descrizione delle città che cambiano.

Tra tanti artisti provenienti da tutto il mondo, anche un sambenedettese, l’architetto Dino Polidori, è stato selezionato per esporre una sua opera nella mostra fotografica Dei nuovi confini della Fotografia, esposizione che intende esplorare e ridefinire i confini in cui ancora spesso gli stili fotografici vengono racchiusi.

In Rifrazione, questo il titolo dell’opera selezionata, la fotografia diventa un inganno di sensi e un gioco di illusione definiti da luce, onde e cromatismi decisi.

“La fotografia – dice Dino – si distingue dalle altre forme d’arte: il fotografo riproduce ciò che vede nella realtà attraverso la fotocamera, ma può scegliere di dare un significato ed un senso particolare a ciò che vede. Sono un semplice amatore ma mi affascina il fatto che attraverso ciò che scegliamo di vedere e mostrare della realtà possiamo fornire un senso, un significato ed un emozione “diversa” ai nostri scatti”.

Polidori, che non ha mai fatto della fotografia una professione ma un’occasione di svago e di ricerca creativa, raccoglie in un blog (dinopolidori.blogspot.it) tutto ciò che la realtà offre al suo sguardo e alla sua sensibilità.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.