SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Domattina gli avvocati e i membri del comitato “Stop Project” si recheranno ad Ancona dov’è fissata un’udienza pubblica che deciderà nel merito del ricorso presentato contro il project financing per la piscina comunale approvato a dicembre dal consiglio sambenedettese.

A marzo lo stesso collegio giudicante aveva rinviato la trattazione della materia (proprio al 18 aprile) accorpando difatti il giudizio sul merito con quello cautelare, visto che i No-Project a febbraio 2018 avevano chiesto la sospensiva del progetto piscina. Ma, a quanto pare, neppure domani si saprà qualcosa di più su quella che ormai è diventata l’epopea di questa parte del mandato Piunti, con l’amministrazione ancora con la marcia “in folle” in attesa di poter pubblicare il bando da oltre 3 milioni.

Da quanto la nostra redazione è riuscita a raccogliere, infatti, domani non ci sarà alcuna lettura del dispositivo e il destino del project sarà rimandato almeno di un mese, quando i giudici regionali depositeranno sentenza e motivazioni. Con le memorie di ambo le parti (Comune e Comitato) già depositate, infatti, l’udienza di domani potrebbe essere nei fatti brevissima, senza discussione, e allungarsi sono nel caso in cui i giudici chiedano chiarimenti su alcuni punti o i legali debbano fare delle precisazioni. In ogni caso, il futuro della piscina sarà più chiaro non prima di maggio.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.