MONTEPRANDONE – Il venerdì santo un borgo dell’Ascolano è stato protagonista di un’importante cerimonia religiosa.

A Monteprandone, il 30 marzo, si è svolta la processione del “Cristo morto” tra le vie del paese. Numerose persone erano presenti per assistere all’evento.

La tradizionale manifestazione, ogni anno, dal 1859, sfila per le vie del centro storico con la maestosa, splendente ed imponente bara lignea seguita da oltre 300 figuranti. Chiunque partecipa ne rimane affascinato e non può fare a meno di ritornare l’anno successivo.

Presenti istituzioni civili, religiose e militari.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.