FERMO – Leggi le dichiarazioni di calciatori e mister dopo il 2 a 0 fra Fermana e Samb. Decidono un autogol di Aridità e, 17 giorni dopo, il gol di Iotti. I rossoblu faticano a trovare per parecchi minuti una trama convincente davanti, complice una Fermana tosta e determinata. Negli ultimi minuti nascono le migliori occasioni ma gli uomini di Moriero vengono colpiti beffardamente (e forse colpevolmente) in contropiede e alla fine i canarini vincono due volte 1 a 0.

Francesco Moriero: “Dobbiamo chiedere scusa ai tifosi che ci speravano e noi volevamo dargli questa gioia. Potevamo fare sicuramente di più e il rammarico c’è, adesso ci rimettiamo coi piedi per terra e pensiamo alla prossima partita. Il gol di Iotti? Sono andati tutti a saltare, io mi sono sgolato dalla panchina ma loro volevano andare a fare gol. Può capitare succede in Lega Pro come in Serie A. Quando devi fare la partita, cosa che non ci è successo finora, si lascia qualcosa dietro, loro hanno fatto la loro partita, purtroppo la palla non è voluta entrare. Mi dispiace per il secondo gol perché non lo meritavamo. Non mi è sembrata la stessa Fermana che abbiamo incontrato 17 giorni fa, hanno fatto una partita diversa e nel complesso credo che sarà una squadra che farà soffrire diverse compagini in casa”.

Flavio Destro: “I ragazzi ci hanno messo il cuore, sapevamo che andavamo a affrontare una squadra che ci avrebbe messo in difficoltà e attaccato da subito, così è stato. La Fermana si deve salvare, si gode il momento e da domani riparte per i suoi obiettivi. E’ stata una partita spigolosa, maschia, non era facile, noi abbiamo sfruttato le nostre possibilità ed è andata bene. La Samb era più forte fisicamente oggi rispetto al 3 settembre per gli uomini che ha schierato, potevamo andare in difficoltà ma siamo stati bravi. Ripeto, abbiamo fatto una grande partita contro una squadra che ha le qualità per stare nella parte alta della classifica”.

Ilario Iotti: “Il primo tempo è stato molto compassato e tosto fisicamente, non era neanche facile ripartire da un calcio d’angolo, è una situazione anomala. Per fortuna poi siamo riusciti a portarla all’intervallo. Sono felice per la nostra prestazione, abbiamo tenuto botta contro una squadra ben strutturata. Il mio gol? Ci ho sperato che la passasse ma è andata bene lo stesso così. Ero in fuori gioco? Non credo ho controllato la linea”.

Vincenzo Aridità: “Non era facile venire qui a ribaltare il risultato, siamo partiti col piglio giusto credo con la cattiveria giusta sia per quello che rimaneva del primo tempo che nella ripresa, forse è mancata un po’ di lucidità. Adesso ci ributtiamo sul campionato perché ci attende una gara difficile domenica. Il gol del 2 a 0? Ho protestato perché pensavo che sulla mia respinta Iotti fosse in fuorigioco. E’ vero, potevamo gestire meglio quell’occasione ma pensavamo che fosse finita(tant’è che anche lui voleva salire), il recupero non era stato mostrato e ci siamo fatti prendere dalla foga di segnare salendo tutti”.

Fabio Massimo Conti (Dg Fermana): “Non vincevamo da tantissimi anni contro la Samb e c’era grande voglia di tutto il gruppo e di tutto lo spogliatoio. E’ solo la quinta di campionato e non abbiamo fatto nulla, dobbiamo stare coi piedi per terra e dobbiamo andare a Santarcangelo consci che sarà una battaglia ancor più difficile di questa. Resta la soddisfazione di aver messo in difficoltà la Samb sia il 3 settembre che oggi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.021 volte, 1 oggi)