TERAMO – Brutta vicenda a Teramo.Un 35enne, già denunciato per maltrattamenti in famiglia e sottoposto a misure cautelari, è stato nuovamente segnalato alla Procura.

Infatti nella mattinata del 12 marzo una Volante della Polizia è intervenuta in un’abitazione di Teramo dove erano stati segnalati maltrattamenti in famiglia da parte di una persona.

Sul posto un’anziana donna riferiva ai poliziotti che poco prima, al rientro del proprio figlio, lo aveva sentito imprecare violentemente contro di sé con gravissime minacce che l’avevano, ancora una volta, fatta cadere in un profondo stato di ansia e di timore per la propria incolumità.

Per arginare uno scatto di violenza dell’uomo nei confronti della madre, si è messa in mezzo fra i due una sorella dell’indagato che è riuscita a bloccarlo con non poca fatica, nel tentativo di aggressione posto in atto dall’uomo.

A seguito dell’accaduto gli agenti hanno cercato di riportare alla calma l’uomo senza riuscirci rendendo così necessario l’accompagnamento in Questura.

Proprio per il persistere di questo atteggiamento, già in passato assunto e per il timore di più gravi e pericolosi atti illegali in particolare in danno della madre, sentita la Procura (a cui è stato trasmesso un dettagliato rapporto) nei confronti dell’uomo è stato adottato l’immediato allontanamento dalla casa familiare rendendo così possibile, in caso di infrazione, l’immediato arresto dell’uomo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 638 volte, 1 oggi)