ALBA ADRIATICA – Continuano i controlli dei carabinieri di Alba Adriatica “ferro di cavallo”, zona tra le più problematiche della città. Dopo il blitz del weekend scorso, che aveva portato a sei denunce ad altrettanti stranieri, i militari, diretti dal maggiore Emanuele Mazzotta, hanno fatto irruzione in un alloggio di via Montello, occupato abusivamente da un uomo e una donna, entrambi marocchini.
Alla vista dei carabinieri, la donna, Sara Mouaouine, 27 anni, residente a Campli, ha dato in escandescenze aggredendo, prima verbalmente, poi con calci e pugni uno dei due militari. La donna è stata subito immobilizzata e arrestata per lesioni personali aggravate e rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità.

Arresto convalidato nella mattinata di martedì 21 febbraio dal gip che ha però rimesso in libertà la giovane. Sul suo conto e su quello del suo connazionale sono scattate le denunce per dannegiamento aggravato, invasione di edificio e inosservanza delle prescrizioni imposte dalle autorità (su entrambi gravava anche un foglio di via obbligatorio dalla città di Alba Adriatica della durata di 3 anni). Il carabiniere aggredito ha riportato lievi ferite ed è dovuto ricorrere alle cure in ospedale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 753 volte, 1 oggi)