ANCONA – Via libera al pagamento dei fondi per il fermo pesca 2015 alle marinerie marchigiane. Ad annunciarlo è la Coldiretti Impresapesca Marche dopo  l’emanazione del decreto con cui il Ministero sblocca i finanziamenti per compensare le imprese rispetto all’arresto temporaneo delle attività effettuato lo scorso anno. Un provvedimento molto atteso da un buona parte dalla flotta peschereccia, tanto che la stessa Coldiretti Impresapesca nelle scorse settimane aveva sollecitato l’avvio dei pagamenti.

L’incertezza sul destino dei finanziamenti aveva alimentato un clima di tensione in una flotta che a livello nazionale negli ultimi 30 anni ha già perso circa il 35 per cento delle imbarcazioni e 18.000 posti di lavoro.

Le domande andranno presentate entro il 31 agosto prossimo. Secondo quanto assicurato dagli uffici ministeriali, i pagamenti – spiega Coldiretti Impresapesca – saranno eseguiti nell’arco di 4 mesi, partendo dal nord Adriatico a scendere, sulla base del calendario del fermo attuato nel 2015. In attesa di completare le procedure di pagamento del vecchio fermo – conclude Coldiretti Impresapesca -, si attende la definizione dello stop delle attività per il 2016 relativamente alla flotta operante a strascico.  Restano per l’anno 2016 forti timori relativi alla insufficienza delle disponibilità finanziarie collegate alla Cassa Integrazione Straordinaria in Deroga.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 261 volte, 1 oggi)