SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Vent’anni di Scultura Viva: l’evento che di fatto apre la stagione turistica sambenedettese taglia quest’anno l’importante risultato. Era infatti il giugno 1986 quando i primi scultori iniziarono a dar forma agli scogli che proteggono il Molo Sud, diventando, nel corso degli anni, il Museo d’Arte sul Mare (Mam), “una delle passeggiate più belle della città, della provincia e non solo” spiega l’architetto Piernicola Cocchiaro, ideatore e coordinatore della manifestazione.

Che ques’anno si svolgerà dal 5 al 12 giugno, e aggiungerà le opere di cinque scultori e due muralisti alle 143 opere già presenti. E pensare che soltanto oggi, durante la presentazione alla stampa, le due persone che originariamente diedero vita a Scultura Viva insieme a Cocchiaro, ovvero l’ex assessore al Turismo Ivano Pennesi e la cittadina sambenedettese Daniela Bruni, si sono incontrati.

Infatti, racconta Pennesi, “ricevetti una lettera anonima dove si suggeriva l’idea di trasformare il Molo Sud in un museo all’aperto. Incontrai Cocchiaro e diedi avvio a Scultura Viva, ma contemporaneamente cercai di contattare la mittente della lettera, che era rimasta anonima. Mi rivolsi ai giornali ma dalla signora arrivò un’altra lettera, dove si ribadiva la volontà dell’anonimato”. Daniela Bruni conferma: “Non mi interessava apparire, ma soltanto che dalla mia idea fosse arrivato qualcosa di buono per la città, come è stato”.

“Oggi abbiamo ottenuto un risultato eccezionale, il Museo d’Arte sul Mare è una delle tappe segnalate delle maggiori agenzie turistiche delle Marche e del Piceno, e la cosa ci rende orgogliosi – spiega Piernicola Cocchiaro –  Tutto quello che abbiamo ottenuto lo dobbiamo all’amministrazione comunale che ci ha supportato fin dalla nascita, grazie all’ex assessore Ivano Pennesi prima e gli altri poi, fino alla giunta Gaspari che ci ha ribadito la sua fiducia dopo che per problemi politici per un anno, dopo la caduta di Martinelli, Scultura Viva non si tenne”.

Cocchiaro ha ringraziato, oltre che il Comune, anche Paolo Ottaviani della Elettropneumatica, azienda sambenedettese che fornisce il materiale tecnico necessario per scolpire la roccia, e l’associazione Albergatori Riviera delle Palme, la quale da sempre offre ospitalità agli artisti: quest’anno sono coinvolti gli hotel Excelsior, Sayonara, Cristal, Bolivar, Bologna. Un ulteriore ringraziamento anche all’artista locale Roberto Spaccapaniccia, che ha partecipato nel 2007 e poi ha coadiuvato Cocchiaro assistendo gli artisti e realizzando altre 7 sculture.

“Il titolo di questa edizione è “Con i migliori amici” perché quattro scultori su dieci ritornano a San Benedetto dopo essere già stati a Scultura Viva – termina Cocchiaro – Mentre il retro del catalogo si intitola ‘Cercavo proprio te’ ovvero la frase con la quale Pennesi si rivolse a me nel 1996 per far partire Scultura Viva”.

Per quanto riguarda i murales, poiché quest’anno saranno terminati gli spazi disponibili nel terzo tratto del Molo Sud, Cocchiaro precisa che “stiamo già lavorando all’edizione 2017, abbiamo in mente un murale a San Benedetto su un edificio dalle dimensioni 22×11”. E quindi, un po’ scherzando un po’ serioso, Cocchiaro aggiunge: “Risiedo da anni nella California meridionale, lo Stato definito più bello di tutti gli Usa. Figuriamoci cosa darebbero per una passeggiata del genere”.

Nel corso degli anni inoltre vi è una Natività subacquea, ovvero è stata realizzata la Natività, con il bue e l’asinello, mentre sulla passeggiata è stata installata la Madonna del Mare, a protezione dei marinai, più altre tre statue ridefinite dagli organizzatori i 3 magi del mare

“Ho sempre creduto nell’arte e in Scultura Viva – ha spiegato Pennesi – mi auguro che possa essere pubblicizzato al meglio anche con delle brochure da consegnare agli hotel”.

Daniela Bruni, dopo aver ripercorso in che modo, nel 1996, Pennesi diede seguito alla sua richiesta anonima, ha aggiunto che “San Benedetto è luogo dalla bellezza stupefacente, spesso non capita dai suoi cittadini. Mi auguro a questo punto che la città si doti di un belvedere”.

Il sindaco Gaspari, più volte elogiato per la sua attenzione verso Scultura Viva, ha dichiarato: “Sono orgoglioso di concludere il mio mandato presentando questa edizione perché in questi dieci anni ci siamo impegnati molto”.

PROGRAMMA Dal 5 al 12 giugno alla Palazzina Azzurra sarà allestita la “Mostra delle Opere degli Artisti partecipanti al Simposio”, mentre gli artisti, dal 5 all’11, saranno al lavoro al Molo Sud.

Mercoledì 8 giugno, al Molo Sud, alle 21,30, serata jazz con il Giacinto Cistola Quartet. Sabato 11 giugno alle ore 18, sempre al Molo Sud, cerimonia di chiusura del simposio e quindi domenica 12 giugno, alle ore 17 presso la Palazzina Azzurra, sarà presentato il libro-catalogo con aneddoti su pittura e scultura viva.

Gli artisti partecipanti sono, per la sezione Scultura Viva, Norbert Jager, tedesco, Gualtiero Mocenni, Simone Mocenni Beck, Roberto Spaccapaniccia, Giuseppe Straccia; per la sezione Pittura Viva Btoy e Camilla Falsini.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 533 volte, 1 oggi)