SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Greg Van Avermaet vince la 51esima edizione della Tirreno-Adriatico. La cronometro se l’è invece aggiudicata Fabian Cancellara, così come accadde dodici mesi fa. Il ciclista belga beffa il rivale Peter Sagan per un solo secondo.

E’ stata una cronometro particolare, segnata da una temperatura rigida un po’ inusuale per questo periodo e con un vento da nord che ha reso più difficile la seconda parte del percorso. La gara è vissuta sul duello finale tra il campione del mondo in carica Peter Sagan e Greg Van Avermaet: tra i due, alla partenza alla base del molo sud, vi erano 8 secondi di differenza, mentre dopo i dieci chilometri di cronometro Van Avermaet ha resistito per un solo secondo. Nell’ultimo chilometro e mezzo Sagan ha recuperato due secondi, ma non è riuscito a sorpassare il belga, con il quale nella tappa di lunedì vi erano stati un po’ di screzi in gara.

Tra i due la sfida è rinviata alla prossima Milano-Sanremo, in programma sabato.

La classifica della cronometro ha visto quindi affermarsi Cancellara, “la locomotiva di Berna”, con il tempo di 11’08”, a circa 56 chilometri orari di media. Secondo il francese Le Bon a 13”, terzo il tedesco Martin a 15”.

Grandi applausi del pubblico a Vincenzo Nibali, che ha disputato una buona cronometro e che sta ancora smaltendo l’annullamento della tappa di Monte San Vicino, quando la salita finale l’avrebbe lanciato nella classifica generale. Ma una menzione particolare va a Fabian Cancellara. La “Locomotiva di Berna” si è imposto per la quarta volta a San Benedetto (2011, 2012, 2015, 2016), ma anche per l’ultima, perché ha annunciato il ritiro a fine stagione: “Qui sono state sempre belle sfide, qualche volta ho vinto, qualche volta è andata male”, ha commentato.

Buona la partecipazione del pubblico anche se forse con qualche presenza in meno rispetto alle passate edizioni, vuoi per la giornata non proprio primaverile vuoi per l’assenza di corridori italiani nella classifica generale. Terzo Bob Jungels, lussemburghese. Solo dodicesimo il primo italiano, Gianluca Brambilla.

Per trovare un italiano in graduatoria bisogna scendere fino al quinto posto di Vincenzo Nibali. Un belga non si imponeva alla Tirreno-Adriatico dal 1977, quando vinse De Vlaeminck.

Per Cancellara è il quarto successo complessivo nella crono sambenedettese.

Classifica finale 51esima Tirreno-Adriatico: 1. Greg Van Avermaet (Bmc); 2. Sagan (Slk) a 1”; 3. Jungels (Lus) a 23”; 4. Reichenbach (Svi) a 24”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 832 volte, 2 oggi)