SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Pasqualino Piunti candidato sindaco per Forza Italia. I berlusconiani confermano la fiducia al consigliere comunale azzurro nel corso della riunione del coordinamento comunale del partito.

Un endorsement scontato, tanto che già alle 23 di lunedì sui social network sono cominciati a circolare i manifesti pre-confezionati relativi alla campagna d’ascolto dello stesso Piunti, che partirà il 16 marzo dal circolo Mare Bunazz, alle ore 16.

Su Piunti non convergeranno tuttavia Fratelli d’Italia e Lega, che continuano a portare avanti la candidatura di Massimiliano Castagna. Il tentativo di riconciliazione è ancora una volta naufragato, anche se per molti le trattative rimarranno aperte fino ad un istante prima della composizione delle liste.

La situazione romana non aiuta. Una corsa unitaria nella Capitale faciliterebbe i successivi interventi di ricompattamento nei piccoli comuni. In caso contrario, è facile immaginare un “liberi tutti” ad opera dei singoli partiti del centrodestra.

Intanto, sul fronte di Orgoglio Sambenedettese è ufficiale il divorzio tra i Repubblicani e Giorgio De Vecchis. I motivi sarebbero legati all’assenza del simbolo del Pri nel logo della lista. L’ex presidente del Consiglio Comunale può comunque contare sul supporto delle civiche Servire San Benedetto, 63074 e Ripartiamo da Zero.

Durante l’incontro con i quartieri Fosso dei Galli e Salaria, De Vecchis ha ribadito, tra le altre cose, la volontà di realizzare collegamenti ciclopedonali e di rivalutare Villa Laureati.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 468 volte, 1 oggi)