SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Episodio increscioso alle prime ore del 28 febbraio. Intorno all’1.15 in via San Martino si è verificata un’aggressione. Cinque ragazzi sulla ventina di anni in su (tre albanesi, un rumeno e un ucraino) stavano danneggiando senza motivo il lunotto di un’autovettura (con bottigliate).

Da un locale vicino è uscito il proprietario che ha chiesto spiegazioni ai ragazzi per l’atto vandalico. E’ stato pestato dai giovani. Si è scatenata una vera e propria ressa. Pierfrancesco Troli, presidente di Marina Centro, mentre passeggiava in zona è intervenuto per dividere ma è stato colpito anche lui dai ragazzi. Ha subito la microfrattura dello zigomo e un occhio gonfio. Anche una terza persona è rimasta coinvolta dalla rissa.

I giovani si sono allontanati poi dal luogo. Pare che avessero un tirapugni. Il proprietario dell’auto, Troli e la terza persona sono stati portati in ospedale per le cure mediche.

Nel frattempo Polizia, Carabinieri e Stradale hanno rintracciato il gruppo. Tre giovani sono stati arrestati e due denunciati.

AGGIORNAMENTO ORE 12 In un’azione congiunta tra gli uomini del Commissariato di Polizia, il Nucleo Radiomobile sambenedettese dei Carabinieri e del distaccamento della Stradale locale sono stati arrestati un ucraino (residente a Martinsicuro), un albanese (residente a San Benedetto del Tronto) e un rumeno (residente a San Benedetto del Tronto). Denunciati due albanesi (residenti a San Benedetto e Monteprandone). Dovranno rispondere di rissa aggravata, lesioni personali e danneggiamento di veicolo. Gli arrestati si trovano a Marino del Tronto. I ragazzi (tra arrestati e denunciati) hanno età tra i 23 e 28 anni. Il gruppetto dopo il fattaccio si era allontanato ma è stato trovato dai militari anche grazie alle testimonianze e a qualche foto scattata dalle persone presenti all’increscioso episodio. Il proprietario dell’auto (residente a Monteprandone) ha riportato lesioni alla testa e al volto e si trova in ospedale. Pierfrancesco Troli ha riportato la microfrattura dello zigomo e un occhio gonfio. Una terza persona ha riportato ferite guaribili in otto giorni.

Poco prima del fattaccio si era verificato un altro episodio increscioso. In via Galilei, nei pressi di un locale, un gruppetto di stranieri stava litigando tra loro. Secondo alcune testimonianze, un giovane pare abbia ferito un altro ragazzo provocandogli una perdita di sangue dalla testa.  I proprietari del locale hanno chiamato immediatamente le Forze dell’Ordine. Il giovane ha cercato di reagire ma era trattenuto da alcuni amici che però non sono riusciti nell’intento. Così sia l’aggressore che il ferito si sono involati in un inseguimento a piedi verso via Leopardi. Dietro di loro alcuni amici. Il fatto è avvenuto attorno alle 00.45 e ha richiamato l’attenzione di numerose persone presenti nelle vie del centro urbano di San Benedetto del Tronto. Si stanno effettuando accertamenti per vedere se i due episodi possano avere una sorta di collegamento.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 12.363 volte, 1 oggi)