SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella notte tra il 17 e il 18 giugno una volante della Polizia di Stato era intervenuta in un lounge bar del lungomare di San Benedetto del Tronto a seguito di una richiesta giunta da uno dei dipendenti, proprietario di una Jaguar XJS in sosta in una vicina via nei pressi del locale.

L’uomo ha fatto notare agli agenti il finestrino anteriore dalla parte del guidatore completamente infranto. A provocare la rottura del vetro era stata una grossa pietra scagliata da un individuo che poi era fuggito in direzione della spiaggia. Poche ore prima lo sconosciuto, trovando le portiere dell’auto aperte, si era infilato dentro proprio davanti agli occhi esterrefatti del proprietario. Quest’ultimo ci aveva messo un bel po’ a farlo andare via poiché lo sconosciuto era in evidente stato di alterazione psico-fisica.

Il danno economico è risultato ammontare a circa 2100 euro. Le indagini compiute dalla Polizia di Stato hanno consentito di individuare il sambenedettese G.F., classe 1968, come responsabile dell’atto vandalico. L’uomo ha alle spalle numerosi precedenti. E’ stato denunciato alla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno per danneggiamento aggravato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 914 volte, 1 oggi)