CUPRA MARITTIMA – Nella mattinata del 12 aprile sono stati tratti in arresto l’ex presidente della Sambenedettese Sergio Spina, l’ingegner Ennio Sanguigni (anche ex presidente della Pro Loco cuprense) e il maresciallo Alberto Camposeo della Guardia di Finanza di San Benedetto del Tronto.

Per Spina e il militare l’accusa è di corruzione mentre per Sanguigni le manette sono scattate per falso e riciclaggio. I fermati sono stati portati al carcere di Marino del Tronto. La Procura di Ascoli ha avviato l’inchiesta.

La vicenda, inerente al 2007, riguarderebbe la vendita di un terreno (200 mq circa) da parte di Spina al finanziere. Il militare avrebbe fornito informazioni riservate all’ex patron della Samb invece di effettuare il pagamento (circa 10 mila euro). Quella somma sarebbe stata utilizzata, invece, sotto forma di “donazione”. L’ingegner Sanguigni avrebbe eseguito, a tal proposito, una perizia contraffatta per la compravendita.

Il blitz è stato compiuto dal Nucleo Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Ancona.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 7.004 volte, 1 oggi)