ASCOLI PICENO – Non rispondono alle domande del Gip di Ascoli Piceno gran parte degli arrestati al blitz compiuto dalla Polizia il 23 gennaio. Altri hanno voluto ridimensionare il traffico di eroina che si era creato in Riviera, nell’Ascolano e nel Teramano.

La Squadra Mobile di Ascoli, durante le indagini per il rogo allo chalet Medusa, aveva scoperto un giro imponente di sostanze stupefacenti tra Marche e Abruzzo.

Tra chi si è avvalso della facoltà di non rispondere anche Ben Fattoum Afif, ritenuto il gestore del giro di droga a San Benedetto e dintorni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.503 volte, 1 oggi)