SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il sindaco Gaspari cavalca la polemica e attacca il parigrado di Pomezia, Fabio Fucci: “Da noi i bambini vanno a scuola gratis, oltre ad entrare in strutture sicure”.

Il caso è scoppiato nei giorni scorsi: dall’anno prossimo, nella città laziale verranno istituiti due menu nelle mense delle scuole materne. Uno col dessert, a 4 euro e 40, un altro più economico, di 4 euro. “A San Benedetto nessuno deve sapere se un ragazzino ha i soldi per sedersi a tavola. Abbiamo tolto i buoni ed istituito le card. Non solo, garantiamo il trasporto gratuito. E se mancano 50 mila euro ci tassiamo e ci riduciamo le indennità, senza mettere cartelli e manifesti in giro”.

Intervenuto presso la sede della Bocciofila Sambenedettese in zona Ragnola, il sindaco sottolinea così la differenza con la cultura del Movimento Cinque Stelle, in carica proprio a Pomezia. L’amministrazione di Fucci si era comunque difesa rivelando che erano stati i rappresentanti dei genitori a voler separare i menu, al termine di un percorso condiviso.

L’obiettivo si è poi spostato su Pasqualino Piunti. “C’è un consigliere comunale del Pdl che ci prova da tanto tempo a fare il sindaco. Ha ironizzato sul fatto che nei nostri incontri il Pd incontri il Pd e non la città. Lui milita in un partito dove il capo dà ordini. Noi ci confrontiamo, lo facciamo per passione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 666 volte, 1 oggi)