Servizio di Massimo Falcioni, riprese e montaggio Arianna Cameli.
In onda su Super J nel telegiornale delle ore 19, canale 603 Marche e Val Vibrata, 634 Abruzzo

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sarà lo spin-off di Forza Italia, chiamato ad ospitare le nuove leve. Nasce a San Benedetto la Giovane Italia, con l’obiettivo di attrarre a sé quei ragazzi di centrodestra ancora lontani dalla politica.

Il coordinatore comunale è Valerio Pignotti, affiancato dal responsabile provinciale Alessio Pagliacci. Con loro anche Gian Marco Ameli, Gianmarco Galizi, Davide Lazzari e Rebecca Baiocchi. “Vogliamo lanciare un messaggio di rinnovamento – dicono in coro – saremo il fulcro della nuova Forza Italia, che mescolerà gioventù ed esperienza”.

I punti di riferimento saranno Pasqualino Piunti ed Annalisa Ruggieri, consiglieri comunali che porteranno in assise i temi proposti dalla Giovane Italia, che per ora si limita a criticare la mancata riqualificazione del lungomare nord. “In otto anni abbiamo ascoltato solo promesse. Si è affermato che i soldi dei parcheggi a pagamento sarebbero serviti per il restyling. Ci domandiamo che fine abbiano fatto quegli incassi e chiediamo a questo punto che vengano abolite le zone blu”.

Indignazione anche per le attuali condizioni della spiaggia: “Siamo meta turistica, una città detentrice della Bandiera Blu non può presentarsi in questo modo ad appena tre mesi dall’avvio della stagione estiva”.

Tutti studenti e di un’età compresa tra i 18 e i 20 anni, gli aderenti alla Giovane Italia puntano ad allargarsi rapidamente: “San Benedetto è solo un punto di partenza, saremo un gruppo inclusivo, senza pregiudizi”.

Per Piunti e Ruggieri la composizione del movimento testimonia “la vivacità del tessuto giovanile rivierasco”, da cui potranno giungere “proposte e sollecitazioni interessanti”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.216 volte, 1 oggi)