SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Non siamo soddisfatti”: è questa la sintesi dell’avvocato Domenico Ricci, titolare di uno stabilmento balneare, durante l’incontro avuto dall’Itb Italia (presente anche il presidente Giuseppe Ricci) con l’amministrazione comunale per quanto riguarda l’aumento della Tares, la tassa sui rifiuti. Presenti, per conto dell’amministrazione comunale, l’assessore Urbinati, il dirigente Brandimarte, e anche il sindaco Giovanni Gaspari.

L’incontro si è svolto presso il Comune giovedì 14 novembre e l’amministrazione comunale ha confermato che nell’invio delle cartelle nei giorni scorsi vi siano stati degli errori “che avevano portato in alcuni casi a cifre astronomiche – si legge nella nota – L’Itb ha riaffermato la necessità di conoscere le modalità e i criteri di applicazione della Tares, ritenedo in questo momento di forte crisi economica e dopo una estate che ne ha evidenziato tutte le preoccupazioni, inopportuno e vessatorio aumentare il balzello sui rifuti. Succesivamente, approfondendo quanto emerso durante la riunione, l’avvocato Ricci si è dichiarato non soddisfatto delle spiegazioni fornite dal dirigente e dagli amministratori presenti e che dunque siano necessari ulteriori valutazioni e chiarimenti. Pertanto il Presidente Ricci, a tutela di tutta la categoria, ha convocato un nuovo incontro con i balneari sambenedettesi per lunedì 18, ore 16:30 sempre presso lo Chalet Stella Marina, dove si relazionerà sull’incontro avuto, e assieme all’avvocato Domenico Ricci si valuteranno i possibili ricorsi”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 372 volte, 1 oggi)