Per vedere il video clicca a destra o sotto. 

Riprese e montaggio Arianna Cameli.

GROTTAMMARE – Primo quadrimestre per la giunta guidata dal sindaco Enrico Piergallini a Grottammare e il primo cittadino, se non proprio i voti, compila una sorta di resoconto che possiamo equiparare ad una pagella, che ha presentato alla stampa nel corso di una conferenza stampa alla quale erano presenti assessori e consiglieri comunali, “perché il primo punto del nostro programma era quello di formare una squadra unita e solida, e difatti ci siamo uniti in un unico gruppo consiliare, Solidarietà e Partecipazione”.

Spicca, tra le altre iniziative, il risparmio di 71 mila euro relativo ai “costi della politica”: “Da sempre a Grottammare rinunciamo al 35% del compenso, e abbiamo confermato questa buona pratica con un risparmio di 34 mila euro. Inoltre ho ridotto lo staff del sindaco e così abbiamo recuperato oltre 36 mila euro”.

Tra gli altri punti, l’ampliamento del trasporto pubblico in alcune zone di Montesecco, la razionalizzazione dell‘asilo nido Pollicino con risparmio e aumento degli iscritti da 7 a 13, la rimodulazione dell’accordo di programma ex-Cardarelli e la destinazione degli investimenti privatri a progetti come la riqualificazione del lungomare centrale, l’ingresso nord della Ss16 e il piazzale della stazione, le operazioni di ripascimento della costa “tra cui la spiaggia libera al confine con Cupra, il codice di comportamento dei vigili urbani e il conseguente controllo dei vigili, d’estate, al vecchio incasato.

Successi anche per quel che riguarda le iniziative culturali al Paese Alto, con Mo’ Better Blues, Anime di Strada e Juttenizie, che si aggiungono a Voci tra le Mura e altre novità come il Festival Diffusioni, tenuto sulla spiaggia, e “il Grande Show sul Mare”. A livello tecnologico si segnala l’uso della tecnologia telefonica Voip per gli edifici comunali con risparmio sulle bollette e il wi-fi gratuito nelle principali piazze cittadine, senza aggravio di costi.im

“C’è ancora da migliorare, la città è ben mantenuta ma ad esempio dovremo rendere più efficace il nostro sistema di rimuratura e pulizia, anche attraverso la tecnologia, in modo da impiegare i nostri impiegati” aggiunge Piergallini.

Per quanto riguarda la “Grande Opera” A.n.i.m.a. della Fondazione Carisap attraverso l’architetto Bernard Tschumi, il consigliere delegato Cesare Carboni fa sapere che la procedura burocratica per l’ottenimento dei pareri sta avviandosi alla conclusione: “Manca una delibera dell’Autorità di Bacino e un parere non vincolante della Soprintendenza, dopo di che l’opera è cantierabile. Crediamo che sia possibile avviare i lavori ad inizio 2014”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.144 volte, 1 oggi)