MARTINSICURO – I sapori della gastronomia italiana confluiscono a Martinsicuro con “Capricci di gola”, la manifestazione di prodotti tipici locali che si tiene dal 5 al 7 luglio nella Rotonda Las Palmas e sul lungomare, per tre giorni di assaggi e degustazioni, ma anche di spettacoli ed intrattenimento. L’iniziativa, organizzata dal Comune di Martinsicuro e dall’associazione Mondo Vivo di San benedetto del Tronto, è stata presentata nel corso di una conferenza stampa.

“Capricci di gola – ha affermato il presidente dell’associazione Ettore Ciabattoni – vuole essere un lungo e gustoso viaggio gastronomico attraverso i sapori, i profumi e le tradizioni culinarie della nostra regione Abruzzo e dell’Italia intera. Sul lungomare di Martinsicuro si potranno gustare i migliori prodotti Dop e Igp alla scoperta delle specialità di ciascuna regione italiana”.

Il programma di “Capricci di gola” prevede inoltre, a partire dalle ore 21, tre spettacoli all’interno della rassegna gastronomica: venerdì 5 luglio sul lungomare ci saranno gli artisti di strada con giocolerie, trampoli, esibizioni circensi e con il fuoco, a cura dell’associazione Arte Viva. Sabato 6 luglio invece saranno protagonisti i “Maestri medievali di Assisi”: 30 arcieri e balestrieri impegnati in esibizioni suggestive. Domenica invece è la volta della sfilata d’auto d’epoca e Ferrari sul lungomare, organizzata dal Club Campe di Porto San Giorgio e l’associazione Città Attiva.

Alla rassegna “Capricci di gola” collabora anche il consorzio Costa dei Parchi, che ha accolto nelle strutture ricettive gli standisti che arriveranno a Martinsicuro dalle diverse regioni d’Italia per i tre giorni di manifestazione.

“Capricci di gola è una bella kermesse enogastronomica, ed esaltare le eccellenze del territorio è un arricchimento anche per Martinsicuro” ha affermato il sindaco Paolo Camaioni, facendo riferimento alle polemiche scoppiate in questi giorni per il coinvolgimento di un’associazione non di Martinsicuro in un evento enogastronomico locale. “Voglio rispondere al venticello di polemica che in questi giorni si è trasformato in burrasca. Siamo nel 2013 – ha aggiunto – e la città non deve restare un giardino chiuso alle altre realtà limitrofe. Noi vogliamo una città aperta, accogliente ed inclusiva. Siamo sicuri che l’iniziativa sarà un’opportunità di crescita e di confronto anche per gli operatori locali”.

“Nello specifico – ha aggiunto il consigliere delegato alla Cultura Boris Giorgetti – non si tratta nè di una sagra nè di un mercatino, ma di un’esposizione di prodotti tipici locali di molte regioni d’Italia. Dobbiamo avere una visione aperta a 360 gradi, siamo in un territorio, il Marcuzzo, che amplia i confini di appartenenza e ci accomuna con molte altre realtà, dunque allargare la rete delle collaborazioni con associazioni di altri Comuni non può che avere un ritorno positivo anche a livello strettamente locale”.

“Capricci di gola – ha chiuso l’assessore al Turismo Massimo Corsi – è una manifestazione che porterà moltissime presenze a Martinsicuro, ed è un’iniziativa a costo zero per il Comune. La collaborazione avviata con Mare Vivo probabilmente non si fermerà a questa iniziativa, ma ci sono i presupposti per organizzare altri eventi anche nel periodo invernale”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 570 volte, 1 oggi)