Sambenedettese: Carotenuto, Tavares, Pastore, Addarii, Soria, Lucio, Palma, Attorrese, Bruno Novo, Tomeo, Silveri.

All. Di Lorenzo.

Alma Fano: Vescioli, Berardi, Giuliani, Vampa, Giangolini, Rondina, Arceci, Zandri, Vassilich, Donini, Arduini.

All. Urbinelli

Arbitri: Pungitore di Reggio Calabria, Mancini di Ancona e Squintani di Genova.

Marcatori: 3′ pt Tavares (S), 5′ pt Tomeo (S), 10′ pt Pastore (S), 2′ st Tomeo (S), 4′ st Lucio (S), 2′ tt Addarii (S), 3’tt Soria (S), 4′ tt Bruno Novo (S), 7′ tt Zandri (F), 7′ tt Pastore (S), 10′ tt Soria.

VIAREGGIO – Al debutto nella serie A Enel la squadra rivierasca si aggiudica, con un netto 10-1, il derby contro l’Alma Juventus Fano andato in scena in un Matteo Valenti beach stadium di Viareggio battuto da una pioggia sferzante e da un vento di libeccio molto fastidioso.

Sambenedettese subito a testa bassa con un Tavares scatenato che nel giro di 1′ compisce un palo e poi trafigge la porta del Fano con un diagonale perfetto dalla sinistra d’esterno destro. Poco dopo i rossoblu arrivano al raddoppio con un’azione caparbia di Tomeo che da distanza ravvicinata fa passare il pallone in mezzo alle gambe di un avversario infilando trovando l’angolino basso alla sinistra di Vescioli. Alma Fano subisce il doppio colpo ma disdegna alcune sortite offensive ripartendo velocemente soprattutto con Giangolini che conclude per due volte a fil di palo. Prima del riposo però ci pensa un concentrato e sempre propositivo Pasorte a rendersi pericoloso, staccandosi dalla retroguardia per andare a concludere. Ad inizio ripresa la Samb allunga con una perla confezionata da Tomeo che aggancia spalle alla porta e rovescia calando il poker rossoblu. Al 3′ sale in cattedra anche Bruno Novo che s’inventa una traiettoria imparabile, ma il pallone sbatte sulla traversa a Vescioli battuto. Il quinto gol però non tarda ad arrivare, stavolta lo firma di testa Lucio che svetta più alto di Zandri e non lascia scampo all’estremo difensore bianconero. Al 6′ il solito Tavares arriva alla conclusione, ma Vassilich si tuffa sulla destra e riesce a deviare. Prima del secondo riposo ci prova Vampa ad accorciare le distanze, ma Carotenuto non si fa superare deviando con i pugni. Nell’ultima frazione, Samb sempre offensiva con Lucio che cerca di sorprendere Vescioli senza fortuna calciando a botta sicura. Poi Addarii si prende la scena con un’acrobazia spettacolare che vale la sesta rete rossoblu seguita subito dopo dall’acuto di bomber Soria. Prima della conclusione Bruno Novo arrotonda con una gran botta dalla distanza. Poco dopo Zandri firma l’unica rete bianconera cui segue immediatamente dopo un altro colpo di genio di Pastore che calcia di prima intenzione sotto l’incrocio. Il definitivo 10-1 porta la firma di Soria che dimostra di essere in buona forma per la convocazione in nazionale.

E’ stata una gara senza storia – ha dichiarato l’allenatore dei rossoblu Oliviero Di Lorenzo – siamo andati subito in vantaggio e abbiamo chiuso il primo tempo sul 3/0 colpendo anche due pali. Ne ho approfittato per tenere a riposo alcuni elementi come Palma e sono stato ben ricambiato dalle prestazioni di Attorrese e Addarii”. Il talentino sambenedettese ha realizzato una rete delle sue con una splendida acrobazia che ha strappato l’applauso del pubblico viareggino. “Una gara in pieno controllo – è stato il commento del presidente dei sambenedettesi Roberto Ciferni – contro una formazione che soltanto il giorno prima aveva portato ai supplementari una formazione della forza del Mare di Roma”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 270 volte, 1 oggi)