SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Puntuale stavolta la risposta di Sergio Spina alle ennesime accuse della società rossoblu nei suoi confronti. Eccola: “Adesso sono proprio stanco di questo parlare a ruota libera del mio ex vice presidente. Avrei tantissimo da dirgli per smascherare le sue bugie ma lo farò nella sede adatta senza passare per dichiarazioni sui giornali sulle quali lui si è ormai specializzato. Secondo loro ho ancora con la società rossoblu un debito di 211 mila euro, gli rispondo che fino ad oggi i giudici hanno deciso a mio favore, io la Legge la rispetto. Per tutto il resto invito Claudio Bartolomei, Roberto Pignotti, il sindaco Giovanni Gaspari ed Enrico Cinciripini ad un incontro pubblico nella sala consiliare del comune di San Benedetto del Tronto. Sia se accetterà, sia se si rifiuterà, il popolo sambenedettese capirà come stanno realmente le cose. Adesso basta. Il sindaco può procedere a fissare la data“.

Una sfida a tutti gli effetti che ci auguriamo chiuda definitivamente questa diatriba fratricida che non fa bene alla Sambenedettese Calcio. Specialmente in un momento delicato come questo. Credo che tutti gli sportivi, a questo punto, si augurano che l’invito di Spina vada a buon fine.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.236 volte, 1 oggi)