TABELLINO DI ISERNIA-SAMB 1 – 0
ISERNIA: Buk, Fabio Ricci, Nicolai, Velardi, Fusaro, Sergio Ruggieri, Luigi Palumbo (80’Allegretta), De Giambattista, Fucci (46’Tortora), Vinciguerra ed Artiaco (62’Galuppi).
A disposizione: D’Arienzo, Amoroso, Iolli e Barbella. Allenatore: Massimo Scagliarini (al posto di Francesco Farina)
SAMB: Piagnerelli, Andrea Carminucci, Di Santo, Carpani (46’Massimo Vallorani), Giuseppe Aquino, Marco Ianni, Giuseppe Ferrara (59’Egidio Latini), Federico Traini (62′ Mudimbi), Shiba, Guglielmi e Montefusco.
A disposizione: Barbetta, Chichella e Luca Agostinelli. Allenatore: Ottavio Palladini
Arbitro: Nicola La Posta di Frosinone
Assistenti: Alessio Corsini di Roma; Fabio Migliaccio di Roma.
Reti: 18’Fucci(I).
Espulsi: 66’Montefusco(S) per doppia ammonizione (la 2a delle quali rimediata per proteste), 83’Aquino(S) per proteste e 93’Tortora(I) per doppia ammonizione.
Ammoniti: Disanto (S), Montefusco(S-2 volte) Velardi(I), Carminucci(S), Tortora (I-2 volte) e Guglielmi(S).
Angoli: 4 – 1.
Recuperi: 1’+5′.
Spettatori: 150 circa tra cui una quindicina circa di tifosi della Samb.

ISERNIA- La Samb saluta la Coppa Italia di Serie D. La squadra di Palladini è stata eliminata agli ottavi perdendo 1-0 ad Isernia. Gol partita di Fucci nella prima frazione in una gara conclusa dai rossoblu in 9 contro 10 ( Espulsi: 66’Montefusco [S], 83’Aquino [S] , 93′ Tortora [I]).
Dunque l’Isernia (che ai quarti affronterà in gara unica l’Arezzo) è l’unica squadra del Girone F a rimanere in corsa nella manifestazione.
Ma la Samb nonostante l’eliminazione dal torneo, si consolano con la decisione del Giudice Sportivo che ha confermato l’1-2 di Celano in campionato, respingendo ricorso dei marsicani.

Risultati ottavi di finale Coppa Italia di Serie D di mercoledì 21 novembre 2012:
Gara 1: Sacilese-Delta Porto Tolle 0-2
Gara 2: Ponte San Pietro Isola-Caronnese 1-1 D.T.R e 5-6 D.C.R.
Gara 3:Derthona-Porto Torres 0-0 D.T.R. e 4-5 D.C.R.
Gara 4: Bogliasco-D’Albertis-Virtus Castelfranco 0-1
Gara 5: Casacastalda-Arezzo (sul neutro di Gualdo Tadino) 0-0 D.T.R. e 3-4 D.C.R.
Gara 6:Isernia-Samb 1-0 (18′ Fucci)
Gara 7: Monospolis-San Cesareo * (Giocata mercoledì 28 novembre ore 20:30) 3-1
Gara 8: Torre Neapolis (detto anche Turris)-Città di Messina 1-1 D.T.R. e 6-4 D.C.R.
D.T.R.=Dopo Tempi Regolamentari.
D.C.R.= Dopo Calci Rigore
In neretto le squadre qualificate agli ottavi di finale.

*= sul campo era già stato eliminato nel turno precedente perdendo 1-3 in casa con la Casertana, ma poi però successivamente si è visto assegnare il 3-0 a tavolino in quanto i campani avevano schierato in campo il centrale difensivo Astarita che doveva scontare la 2a giornata di una squalifica (di 2 giornate) rimediata nel 1° turno del 26 settembre scorso quando il giocatore era ancora in forza al Fortis Trani ed era stato espulso (per reciproche scorrettezze assieme all’attaccante del Francavilla).

Programma Quarti di finale di mercoledì 12 dicembre 2012:
Caronnese-Delta Porto Tolle
Virtus Castelfranco-Porto Torres
Arezzo-Isernia
Torre Neapolis (detto anche Turris)-Monospolis

Gli accoppiamenti per il turno successivo seguiranno la numerazione progressiva delle gare (esempio: vincente gara 1 vs vincente gara 2).
Ricordiamo che il turno preliminare, il primo turno, i trentaduesimi, i sedicesimi e gli ottavi sono stati ed i quarti di finale saranno disputati con gare di sola andata. Le semifinali saranno invece disputate con gare di andata e ritorno e la finale in gara unica e campo neutro.
La vittoria della Coppa Italia di Serie D a differenza di quella Dilettanti (riservata alle squadre d’Eccellenza e che se vinta da la promozione diretta in Serie D) non da la promozione ne una speranza diretta di rispescaggio. Dalla stagione 2007-08 la vittoria di questo trofeo garantisce l’accesso diretto alle semifinali dei Play-off Nazionali di categoria. Nel caso la squadra vincitrice abbia già acquisito il diritto a partecipare alla Lega Pro Seconda Divisione, avendo vinto il proprio campionato, il posto in semifinale verrà preso dalla finalista perdente.
Dunque in Serie D ne la vittoria della Coppa Italia ne quella dei Play Off Nazionali garantiscono promozioni o sicuri ripescaggi basta pensare che le ultime detentrici di queste 2 competizioni: Sant’Antonio Abate (vincitore la scorsa stagione della Coppa Italia) e Nuova Cosenza (vincitrice la scorsa stagione dei Play Off Nazionali) sono rimaste entrambe nei Dilettanti.
Tuttavia esiste una consolazione economica, ad esempio le finaliste della Coppa Italia prendono 3.500 euro a testa, mentre le semifinaliste 2.000 euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 852 volte, 1 oggi)