San Benedetto: Cameli 14,Vallesi 0,Centonza NE, Allocca NE, Camerano 11, Bruni 16, Del Zompo ne, Esposito 3, Roncarolo 11, De Angelis 8.

All. Valori.

San Severino: Vignati L. 8, Paggi 16, Callea 6, Cruciani NE, Vissani 19, Ercoli 6, Barone NE, Uncini 9.

All. Formentini.

Parziali: 18-18; 19-15; 17-14; 9-17.

Arbitri: Iualè- Abbassi.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo una partita gestita discretamente dai rossoblù arriva la bruciante sconfitta per 63 a 64, dovuta anche alla scarsa precisione ai tiri liberi nel finale.

Fin dalle prime battute è San Severino a fare da padrone
, portandosi subito sul +8 grazie a Vissani e alle disattenzioni dei padroni di casa. Sul finale del primo quarto i ragazzi di Valori pigiano sull’acceleratore ed iniziano a giocare : un fallo più canestro di De Angelis ed una tripla di Esposito sulla sirena portano il risultato sul momentaneo pareggio.

Nel secondo quarto i rossoblù trovano rinnovate energie
nel trio Cameli, Camerano e Bruni portandosi avanti nel punteggio. Il San Severino non molla e prima di andare a riposo, sfruttando anche alcuni black-out della squadra di casa, si porta a – 4. Dopo l’intervallo il copione rimane lo stesso con i sambenedettesi che da un lato toccano il + 8 per mano di Cameli, mentre dall’altro mantengono vive le speranze di rimonta degli ospiti grazie alle palle perse in attacco.

Nell’ultimo quarto la gara si fa combattuta ed esaltante, tanto che le 2 squadre finiscono in bonus a 5 minuti della fine della partita. Sono i padroni di casa però a pagare dazio dalla linea della carità, realizzando un misero 3 su 6 e rendono così vani gli sforzi a rimbalzo. Gli ospiti vanno sul + 1 grazie ad un canestro di Paggi costringendo i sambenedettesi a scommettere sull’ultimo tiro. Negli ultimi 26 frenetici secondi San Benedetto prima con Del Zompo e poi con Cameli non riesce a trovare il canestro vincente, decretando così il risultato di 63 a 64 in favore di San Saverino.

Dopo questa sconfitta per l’Adriatica Bitumi si fa tutto più difficile
, soprattutto in vista del prossimo match contro la capolista Pedaso. Per i sambenedettese deve cambiare lo spirito con cui si scende in campo e la determinazione nel chiudere anzitempo le partite.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 174 volte, 1 oggi)