SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è tenuto ieri, mercoledì 5 ottobre, presso l’auditorium comunale di San Benedetto, il convegno “La Filiera Turistica: quale ruolo strategico per l’economia delle Marche e del Piceno?” organizzato dalla Confcommercio di Ascoli in collaborazione con la Federalberghi Marche e la Camera di Commercio di Ascoli Piceno.

L’obiettivo è stato quello di  formulare proposte  e delinerare strategie che possano “promuovere in modo integrato” l’intera filiera turistica e favorire quella crescita economica e occupazionale, così per il Piceno come per le Marche. All’incontro hanno preso parte il presidente nazionale della Federalberghi Bernabò Bocca, il direttore Confcommercio Giorgio Fiori che ha introdotto e coordinato i lavori, Gian Luca Gregori, Preside della Facoltà di Economia delle Marche, Valerio Temperini, docente di Comunicazione alla Facoltà di Economia, Mauro Santinato, presidente TeamWork Srl. Ad essi si sono aggiunti anche assessori di riferimento tra cui Margherita Sorge e Bruno Gabrielli.

Due i punti sui quali ci si è maggiormente discusso e che hanno messo d’accordo i presenti: la necessità di delineare politiche che diano concretamente corpo alla destagionalizzazione e il bisogno di infrastrutture capaci di migliorare l’accesso nel sud delle Marche. Riguardo al tema della stagione estiva, si è fatto presente che, nonostante il gran caldo, molte strutture balneari chiudono prima dell’effettiva chiusura della stagione.

“Il turismo balneare ha poche possibilità di crescita. Per il futuro bisognerà puntare anche su altri segmenti come quello sportivo, religioso e culturale – ha dichiarato l’assessore al turismo Serenella Moroder – Dobbiamo capire cosa fare e io ho le idee ben chiare. Se l’accoglienza la deve fare il territorio – ha spiegato l’assessore – questo significa il giornalaio, il tabaccaio, il negoziante e molti altri. Bisogna mettersi in contatto con altre realtà e lavorare in squadra. La Regione investirà 900mila euro per la promozione tramite web e verrà messa a punto anche un’applicazione per localizzare le strutture”.

Toni decisi decisi atti a difendere, oltretutto, la scelta di aver investito sulla pubblicità condotta dall’attore Dustin Hoffman. Infine, per contestualizzare meglio i dati turistici, la Moroder ha espresso la volontà di conoscere anche i numeri che riguardano gli aspetti qualitativi invitando tassativamente  le strutture a inviare i dati relativi agli arrivi in Regione al sistema Istrice.

“Ho inviato una lettera ai comuni, non per una richiesta informale, ma per obbligarli ad essere puntuali sul trasferimento dei dati – aggiunge la Moroder – chi non adempie a questo compito può essere sanzionato. Se ognuno svolgesse il minimo ruolo – conclude – tutto andrebbe meglio”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 527 volte, 1 oggi)