MONTEFIORE DELL’ASO – La raccolta differenziata è il tema su cui  si confronteranno l’Amministrazione comunale di Montefiore dell’Aso e la cittadinanza. Avverrà nell’assemblea pubblica di venerdì 12 novembre alle ore 20.30 presso il museo De Carolis. Si parlerà delle problematiche relative ai costi del servizio e alla necessità di adottare nuove tecniche di raccolta per tutelare meglio l’ambiente e il decoro del territorio comunale.

L’Amministrazione comunale di Montefiore dell’Aso ha tentato di innalzare il livello di differenziata cercando di mantenere i costi della Tarsu (tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani) ai livelli consueti. Questo in considerazione agli aumenti dei costi della discarica e della raccolta.

Sempre più difficile è reperire aree per le discariche di tipo tradizionale, nelle quali immettere materiali di tutti i generi, indifferenziati, talvolta inquinanti (come medicinali, batterie, solventi) o più spesso utili come fonte di materie prime (come ad esempio alluminio, carta, plastica, vetro).

La produzione giornaliera media per abitante è in aumento, e in Italia potrebbe aver già superato la soglia di 1,5 kg al giorno. Gli scopi finali delle norme nazionali e regionali in materia di rifiuti sono sostanzialmente due: ridurre il più possibile il non riciclabile da portare in discarica o da trattare con inceneritori o termovalorizzatori, e recuperare, mediante riciclaggio, tutte le materie prime riutilizzabili, che divengono così fonte di ricchezza e non di inquinamento.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 87 volte, 1 oggi)