SANT’OMERO – Il sindaco di Sant’Omero Alberto Pompizi striglia i dipendenti comunali e li esorta ad essere più efficienti nei confronti dei cittadini che si recano in Comune per sbrigare pratiche o risolvere problemi. Da qualche giorno infatti nel Municipio è stato affisso un avviso nel quale il primo cittadino esprime il proprio pensiero a riguardo: “Da diverso tempo – si legge sul foglio rivolto ai dipendenti dell’ente – sento continue lamentele da parte di cittadini che vengono in Comune per risolvere varie problematiche e che si sentono rispondere più spesso “tornaci domani”, “tornaci la prossima settimana” ed altre frasi tendenti a rinviare la problematica a data da stabilire. La questione mi irrita in modo incredibile e mi umilia. Nessuno è autorizzato a dire “tornaci domani” se non per motivi molto gravi, che non possono essere decisi dai dipendenti ma dal sindaco o dagli assessori”.

Il primo cittadino in pratica fa intendere di non concepire che i santomeresi debbano lamentarsi di atteggiamenti poco servizievoli da parte di funzionari pagati dallo Stato per dare rispose e risolvere i problemi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 171 volte, 1 oggi)