SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dalle parole ai fatti. Il presidente dell’Itb Giuseppe Ricci, organizza gli Stati Generali del Turismo balneare. Ѐ previsto per giovedì 28 ottobre alle 10 presso il residence Le Terrazze di Grottammare un incontro (in contemporanea con la terza edizione di “Una vetrina sul mare”) in cui saranno presenti gli imprenditori turistici balneari, le associazioni di settore, gli esperti del settore demaniale e i rappresentanti delle istituzioni e del turismo balneare per stilare un documento condiviso per far fronte ai potenziali rischi provenienti dalla direttiva europea Bolkestein, secondo cui metterebbe il turismo balneare italiano nelle mani delle multinazionali.

La riunione sarà organizzata secondo il lavoro di tre diverse commissioni: la prima dal punto di vista politico e sindacale, coordinata dallo stesso Ricci. La seconda, sarà invece quella legale sotto la supervisione dell’avvocato Domenico Ricci mentre la terza è infine quella comunicativa controllata da Arvedo Marinelli, presidente dei tributaristi italiani Ancot. Ѐ fondamentale, secondo il presidente dell’Itb, che questo documento prenda in considerazione l’aspetto legale e commerciale tale da avere una solida base di competenza.

Al termine di tale fase è poi prevista una discussione per valutare il lavoro svolto in cui saranno anche presenti alcuni rappresentanti politici, fra cui il presidente della Provincia di Ascoli Piero Celani, per redigere un atto ufficiale da porre alle attenzioni del Governo.

Durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento, Ricci ha colto di nuovo l’occasione per cercare di coinvolgere quanti più operatori turistici a partecipare alla riunione allo scopo di unire le forze per salvaguardare una valenza come quella del settore turistico balneare. “Con questa direttiva si è costruito un modello che mette all’asta le concessioni balneari, il tutto per metterci fuori dal sistema. Lo scopo di questi Stati Generali del turismo balneare è quello di trovare una soluzione che possa essere accettata dal Governo per salvaguardare la nostra specificità unica in tutta Europa”.

“Non possiamo competere con le multinazionali – prosegue il presidente dell’Itb – rivendichiamo le nostre proprietà costruite con le nostre mani.” Alla conclusione del suo intervento, Ricci non ha escluso una possibile manifestazione a oltranza che questa volta si svolgerebbe a Roma.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 281 volte, 1 oggi)