SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un successo, in termini qualitativi e quantitativi. Gli Europei di Pattinaggio, tenutisi a San Benedetto dal 28 luglio al 7 agosto scorsi, hanno soddisfatto tutti, dall’organizzazione all’amministrazione comunale.

Un evento capace di catapultare in Riviera ben 900 visitatori quotidiani nell’arco dei dieci giorni di gare, con introiti di circa un milione di euro solo per quel che riguarda gli incassi degli alberghi cittadini. «Tali sono le cifre della manifestazione – dichiarano soddisfatti l’assessore allo Sport Eldo Fanini e Romolo Bugari, presidente dei Pattinatori Sambenedettesi – e sono destinate a crescere se aggiungiamo anche gli incassi di ristoranti, bar e negozi vari».

Un’enormità, sottolineano, rispetto all’investimento di 150 mila euro, comunque notevole e di tutto rispetto. «Il Comune – prosegue Fanini – ne ha messi sul tavolo 30 mila e mi auguro vivamente che pure Regione e Provincia si rendano partecipi. Finora il loro contributo non si è visto, vediamo cosa accadrà a settembre. In fondo questi Europei hanno arricchito non solo San Benedetto, ma tutto il territorio».

A guadagnarne, polemiche finanziarie a parte, è stata come detto sicuramente la visibilità e l’affluenza turistica, oltretutto in un periodo estivo storicamente molle e sofferente, quello della prima settimana di agosto: «Tra fine luglio ed inizio agosto subivamo sempre una flessione. Le date del campionato non sono state scelte a caso, volevamo offrire un appuntamento importante nella settimana che necessitava di linfa. Tutte le Nazionali hanno apprezzato le rispettive location e si sono volute complimentare per gli impianti e circuiti stradali, definiti splendidi».

Infine, non mancano da parte di Bugari, giudizi puramente tecnici sulle prestazioni degli azzurri: «Abbiamo fatto una scorpacciata di medaglie (38 ori, 29 argenti e 21 bronzi, ndr) ma è anche vero che giocavamo in casa. Le donne hanno reso più degli uomini nel complesso; mi aspettavo qualcosa di diverso dagli atleti piceni, con i fratelli Amabili che mi hanno colpito negativamente. Però oggettivamente la concorrenza era agguerrita».

PROGETTI FUTURI Passati gli Europei, San Benedetto non ha assolutamente voglia di restare una sede “meteora” in ambito di Pattinaggio ed è seriamente intenzionata a candidarsi per i Campionati del Mondo di corsa che nel 2012 saranno ospitati proprio dal Belpaese. «La Federazione – conclude Bugari – pensa di far disputare quelle su pista a L’Aquila,  per quelle su strada invece c’è chi parla già delle nostre strutture».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 463 volte, 1 oggi)