TERAMO – Il Presidente della Provincia di Teramo Valter Catarra ha incontrato nella giornata di martedì 20 ottobre una nutrita delegazione di lavoratori del gruppo Atr di Colonnella, alla presenza delle rappresentanze sindacali, di un delegato della Direzione provinciale del Lavoro e del delegato di Terracciano, Salvatore De Bellis. Intanto il Ministero dello Sviluppo ha nominato il Comitato di sorveglianza mentre, entro una decina di giorni dovrebbe essere approvato il Programma di risanamento presentato dallo stesso commissario Terracciano.

Nel corso della riunione Catarra ha illustrato le iniziative intraprese nelle ultime settimane dalla Provincia nell’ambito della vertenza Atr, soprattutto quelle legate all’iter per l’approvazione della cassa integrazione guadagni straordinaria. «Non è stato affatto semplice – ha sottolineato in riferimento all’accordo sulla CIGS -. Accanto all’iter tecnico abbiamo attivato un tavolo politico istituzionale di concerto con il presidente regionale Gianni Chiodi; fra le priorità c’è quella di verificare la possibilità di un intervento di Finmeccanica nella gestione dell’azienda e del coinvolgimento di Confindustria nazionale per la ricerca di nuovi investitori. Chiederemo un incontro alla Fiat e alla Lamborghini per conoscere le loro intenzioni rispetto ai contratti d’affitto in essere con il gruppo Atr».

Catarra, inoltre, si è impegnato a incontrare periodicamente lavoratori e sindacati per aggiornarli direttamente sugli sviluppi e ha illustrato le iniziative che si stanno portando avanti con il sistema bancario per giungere ad un accordo per le anticipazioni sulle casse integrazioni. «Incontreremo presto i rappresentanti degli istituti di credito – ha affermato – per verificare le condizioni e il peso economico per l’ente di un accordo di questo genere, considerando che la provincia di Teramo è quella, in Abruzzo, che conta il maggior numero di cassaintegrati».
Al termine è stato sottoscritto il verbale per il recepimento dell’accordo sulla cassa integrazione guadagni straordinaria, in base a quanto concordato la settimana scorsa fra la Provincia e i competenti uffici del Ministero del Lavoro.

E’ prevista la concessione della CIGS per 12 mesi per tutti i lavoratori del gruppo a far data dal 27 marzo 2009. In caso di approvazione del Piano di risanamento, la cassa integrazione sarà estesa a tutto il periodo del Piano e, se ve ne fosse bisogno, anche ai lavoratori attualmente in carico alla MML spa (gruppo Lamborghini) e alla ITCA (gruppo Fiat).
Per i sindacati erano presenti: Antonio Liberatori (Fim-Cisl), Giampiero Dozzi (Fiom-Cgil), Gianluca Di Girolamo (Uilm-Uil), per la Direzione provinciale del Lavoro ha partecipato Antonio Rizzelli, per la Provincia, servizio relazioni industriali, Paolo Rota.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 554 volte, 1 oggi)