MONTEPRANDONE – Riccardo Rossi alla giovanissima età di 12 anni è una delle promesse del motociclismo italiano. Da una scorsa veloce al curriculum del motociclista prodigio si apprende che la passione per la moto ha iniziato a far breccia tra i suoi desideri all’età di 7 anni, quando per gioco salì in sella ad una minimoto e si manifestarono immediatamente le sue doti di pilota provetto.
Ad otto anni partecipa ai campionati europei di motociclismo per la sua categoria gareggiando in Olando, a Brno Repubblica Ceca,ottenendo un onorabilissimo quarto posto.
Entusiasta di quanto riesce a realizzare decide di partecipare alle selezioni della nota casa motociclistica “Honda” il cui team di esperti ne apprezza le qualità tanto da proporre al giovanissimo motociclista un contratto e due anni di scuola contrassegnati da giorni intensi di preparazione e da tanti altri lusinghieri risultati.
Il promettente pilota monteprandonese conferma la propria presenza nel campionato italiano “Honda NSF 100 Extreme” e rinnova per il terzo anno consecutivo la sua presenza in Honda.
A Latina, nel circuito corsa del Sagittario, recentemente si è svolta la seconda prova dei trofei italiani Honda MiniGip cui hanno partecipato tre categorie per circa 60 piloti.
Nelle prove libere di Latina Riccardo si piazza al terzo posto, ma non contento del risultato si impegna ulteriormente conquistando la pole position.
Purtroppo il giorno della gara ufficiale a causa di una pioggia battente, di due cadute, a Riccardo Rossi sfugge il podio sul filo di lana.
L’amministrazione aomunale è stata vicina alla giovanissima promessa del motociclismo italiano erogando un contributo economico a sollievo delle spese sostenute per partecipare alle varie gare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.443 volte, 1 oggi)