MONTEPRANDONE – Clamoroso ma se vogliamo anche prevedibile scossone quello verificatosi mercoledì sera al Centobuchi calcio. Dal Centobuchi infatti vanno via le persone entrate nei ruoli di vertice negli scorsi mesi. Via infatti Marco Mongardini (subentrato i primi di novembre al timone ma per la verità non era né patron né figurava in alcuna carica societaria, ma si era solo limitato a fare da sponsor con la Floris Bank) ed Elio Giulivi (che era stato eletto presidente il 13 novembre dalla nuova società). Esonerato anche il tecnico Roberto Pruzzo (che era subentrato ad Izzotti alla 14a giornata). L’amministratore unico Claudio Marocchi ex presidente prima dell’avvento di Mongardini ha eletto nuove cariche durante l’assemblea tenutasi mercoledì sera.
Questo il nuovo organigramma in attesa che vengano risolte le questioni giudiziarie sulle quote societarie: Enrico Paoletti (esonerato come vice presidente dalla nuova società) è stato eletto presidente, Amedeo Pelliccioni e Adriano Scarpetti sono i vice presidenti, Peppino Cocci, Domenico Gagliardi e Claudio Cicchi sono i consiglieri. Quest’ultimo torna anche nella veste di direttore sportivo, mentre Giacomo Stasolla torna segretario. Novità anche alla guida tecnica col ritorno di Domenico Izzotti (che era stato esonerato insieme a Cicchi il 30 novembre 2008 dopo Centobuchi-Tolentino 1-1). Il tecnico abruzzese aveva totalizzato 16 punti in 13 gare, frutto di 4 successi, altrettanti pareggi e 5 sconfitte. Mentre Pruzzo lascia la guida dopo aver totalizzato 14 punti in 14 gare frutto di 3 vittorie, 5 pareggi e 6 ko.
Facciamo i migliori auguri alla “nuova” gestione, che assicura garanzie derivanti anche dalla conoscenza dell’ambiente. L’obiettivo è quello di arrivare ad una tranquilla salvezza magari evitando anche i play out, ma per fare ciò prima devono riportare la fiducia alla squadra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.306 volte, 1 oggi)