Olympia Agnonese-Centobuchi 3-0

OLYMPIA AGNONESE: Valenzano, Curcio, Curione, Gennarelli, Scampamorte, Ciarlariello, Partipilo (70’Lombardi), Di Domenico, Covelli, Orlando (66’Chiaramonte), Di Vito (60’Aquaro). A disp.: Labbate, Longo, Martella, Litterio. All: Cerone.

CENTOBUCHI: Di Giacomo, Tocchi, Troli, Corradetti, Cameli, Ciotti (29’Alessandrini, 46’De Angelis), Pini, De Amicis, Vidallè, Cacciatore, Pesce (46’Cesani). A disp.: Merletti, Mozzoni, Frinconi, Costescu. All: Marocchi.

Arbitro: Di Giamberardino di Roma.

Reti: 22′ Di Vito, 35′ Partipilo, 84′ Covelli.

Note: spettatori 1500 circa; ammoniti: Covelli, Gennarelli; angoli: 4-3 per il Centobuchi; recupero 2′ pt e 2′ st.

AGNONE – Per quello che valeva. Giusto, ineccepibile, però il Centobuchi avrebbe potuto concludere in altro modo una stagione nel complesso positiva. Ad Agnone invece i biancocelesti rimediano la sconfitta numero 13. Peggio, nonostante la vittoria, è andata ai padroni di casa, tra due settimane a spareggiare con la Narnese per non retrocedere.

Mister Marocchi mette in campo un undici dignitoso e in partita almeno fino al ventesimo, forse, anzi sicuramente, sciupone e impreciso sotto porta. Cerone risponde con un Olympia tirato a lucido e determinato a conquistare l’intera posta in palio, con in campo la sorpresa Scampamorte e in attacco Covelli e Di Vito.

La cronaca. La prima conclusione è di Cacciatori direttamente da calcio di punizione. La risposta locale è affidata a Covelli, mentre al minuto 15 Scampamorte centra la traversa con un poderoso colpo di testa. Al 21′ azione da rivedere alla moviola: gol annullato al Centobuchi per una sospetta posizione di fuorigioco di Vidallè. Passano trenta secondi e l’Agnone si ritrova in vantaggio con Di Vito che spedisce in porta un pregevole traversone di Partipilo.

Il Centobuchi si arrabbia e sfiora il pari, prima con Pini il cui destro fa la barba al palo, poi con De Amicis che mette alle corde Valenzano. Nel miglior momento ospite i locali raddoppiano con Partipilo, il destro vincente del piccolo barese fulmina l’incolpevole Di Giacomo. Botta e risposta: si vede il Centobuchi, Cacciatori si mangia un gol grosso come una casa a tu per tu con Valenzano nel tentativo di inscenare un pallonetto. Si va negli spogliatoio con gli altomolisani in vantaggio di due reti. La ripresa è alla camomilla. Anche se Cacciatori prova a scuotere i suoi cogliendo la traversa, sul pallone si avventa De Amicis che viene colto in off side dall’assistente dell’arbitro.

Prima del tris va in scena la sagra del gol mancato: tra i protagonisti ci sono Covelli con Corradetti che salva sulla linea dopo che l’attaccante aveva strappato il pallone dalle mani di un insicuro Di Giacomo, De Amicis che ci prova dalla distanza e Di Domenico che fa il prezioso a due metri dalla linea di porta, la palla resta lì ma Aquaro non ne approfitta.

Minuto 39 della ripresa. È il momento del tris: Covelli corona la sua prestazione con uno stop e una conclusione degni di un vero bomber. Ci sarebbe gloria anche per Aquaro ma il biondo ex Martina trova sulla sua strada un Di Giacomo stranamente attento.

Si ringrazia per la collaborazione il quotidiano Primo Piano Molise

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 553 volte, 1 oggi)