Sangiustese-Centobuchi 2-1

SANGIUSTESE: Pandolfi, Carelli, Del Papa (56′ Temperini), Tartarelli, (64′ Magallanes), Pulcini, Arcolai, Carboni, Vitali, Gentili (86′ Calvaresi), Giandomenico, Polinesi. All. Giudici.
CENTOBUCHI: Merletti, Alessandrini, Troli, Ciotti (83′ Papa), De Amicis, Pini, Trotta, (46′ De Angelis), Coccia, Costescu, Cacciatore, Giu. Pesce (68′ Frinconi). All. Marocchi.
ARBITRO: Fiamingo di Pisa
MARCATORI: 25′ Gentili (S), 37′ Polinesi (S), 47′ Alessandrini

MONTE SAN GIUSTO – La Sangiustese batte il Centobuchi con l’onore delle armi.
A due partite dalla fine, la squadra di Monte San Giusto si trova staccata di un solo punto dalla capolista Renato Curi Angolana, vittoriosa in casa sul Cologna Paese.
Soprattutto nel primo tempo la formazione di Marocchi patisce il gioco dei padroni di casa. Anche se al 5’ c’è un sospetto rigore per il Centobuchi, per l’atterramento in area di Cacciatore. Ma l’arbitro non se la sente di fischiare la massima punizione.
In seguito la Sangiustese attacca a pieni ranghi. Il gol di Gentili arriva al 25’, su un batti e ribatti c’è un cross in area sul quale è pronto a insaccare il numero 9 locale.
Dopo sette minuti arriva il raddoppio. Gentili dalla destra appoggia per Polinesi che è dentro l’area, batte a colpo sicuro e trafigge Merletti.
Appena ricomincia la ripresa, il Centobuchi accorcia le distanze, anticipando che ci sarà da soffrire per la Sangiustese. I biancocelesti segnano con il terzino Alessandrini, che sugli sviluppi di una punizizone dal limite scocca un siluro sotto la traversa.
Questo il commento al match da parte dell’allenatore del Centobuchi Sestilio Marocchi: «Si può dire che abbiamo regalato la prima frazione di gioco, con due gol presi e un contesto di gara che ci ha visto in chiara difficoltà. Ma poi siamo tornati in partita, e abbiamo a tratti anche dominato sulla Sangiustese, pagando la scarsa concretezza. Purtroppo ci siamo persi con troppe palle lunghe».
Si poteva fare di più? «Certo – risponde Marocchi – e un pareggio non avrebbe scandalizzato nessuno. Abbiamo avuto occasioni, abbiamo avuto possesso di palla e costruito gioco. Nel secondo tempo loro hanno giocato quasi sempre nella propria metà campo, bisognava mettere la palla in rete. Non ce l’abbiamo fatta, ma il calcio è bello per questo. Si può perdere anche non demeritando».
Da notare le assenze in casa Centobuchi: Vidallè, capitan Simoni, Corradetti e Cesani.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 777 volte, 1 oggi)