SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Gli sono bastati poco più di venti minuti per confermare le qualità che mostra giorno dopo giorno negli allenamenti. Esempio: dal suo piede è partito l’assist, calibratissimo, per la testa di Morini, vale a dire l’occasione da gol più nitida di tutta la partita per la Samb.
Roberto Iacoponi, 19 anni compiuti lo scorso maggio, dopo due stagioni in Serie D con la maglia del Tolentino, contro il Crotone ha fatto il suo esordio nel calcio professionistico.
«Finalmente è arrivato il mio momento» racconta l’ex cremisi nella sala stampa del Riviera delle Palme. «Prima di entrare ero molto emozionato, poi mi sono sciolto ed è andata meglio. Ho cercato di fare del meglio e aiutare la squadra. Devo ringraziare i miei compagni di squadra che, in una partita così importante e contro un avversario forte come il Crotone, mi hanno sostenuto. Il mio ruolo? Il regista, in un centrocampo a quattro gioco centrale, in una linea a quattro posso giocare da vertice sinistro».
Per Iacoponiparole di elogio da parte di mister Ugolotti: «Sta crescendo, sentivo che era arrivato il suo momento. Sono stato tentato di impiegarlo sin dall’inizio. Sono contento, perché ha fatto buone cose e sono sicuro che crescerà ancora, ha buone qualità».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.399 volte, 1 oggi)