SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Scherzi del destino: la stagione passata, proprio di questi tempi, il Lanciano acuì la crisi della Samb di mister Calori, che sarebbe stato esonerato due settimane dopo.
Anche stavolta il match con i frentani cade alla terza giornata (allora si giocò allo stadio Biondi), ma soprattutto rappresenta uno snodo cruciale per i rossoblu: la società, lo staff tecnico e, ovviamente, la tifoseria tutta si aspettano i primi punti della stagione.
Non sarà facile. Il Lanciano di mister Moriero corre. Viene da due vittorie di fila, comanda il girone B assieme al Potenza e non vuole fermarsi.
Registreremo qualche novità in ogni caso nell’undici titolare. Squalificato infatti Bonvissuto, l’attaccante che domenica scorsa ha infilzato il Perugia, mister Moriero sarà costretto a cambiare. Non il modulo però, vale a dire lo stesso 4-2-3-1 caro al collega rossoblu Guido Ugolotti. Ad agire da prima punta potrebbe toccare (ma non è l’unico candidato) all’ex rossoblu Andrea Alberti, giunto in rossonero nell’ultimo giorno di mercato. La punta del Brescia ha indossato la maglia della Samb dal gennaio al maggio 2005, mettendo insieme appena 5 presenze.
Venendo all’undici anti-Samb, davanti a Farelli dovremmo vedere la consueta linea difensiva a quattro con Bolic e Tricarico coppia centrale e Viviani e Mariscoli a spingere sulle fasce. Potrebbe darsi che Moriero voglia gettare nella mischia il terzino Del Prete, capace di giocare sia a destra che a sinistra. In mediana agiranno Vicedomini e Vitale, mentre a sostegno dell’unica punta – ampia la scelta per il tecnico rossonero: Alberti, Tarquini, Pagliarini o Aurino – dovrebbero essere riconfermati Silvestri (vincerebbe il ballottaggio con Lauria), Giorgetti e il brasiliano Wilker.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.641 volte, 1 oggi)