Tolentino-Samb 1-4

TOLENTINO: Castorani (88° Cantarini), Marini, Viti (88° Morra), Iacoponi (63° Piangerelli), Morbidoni (65° Mulinari), Amaolo, Rossigni, Bellocchi (85° Camertoni), Girgenti (77° Magnani), Ugolini (65° Marzocchella), Elia Santoni (69° De Martino). Allenatore: Zannini.

SAMB: Consigli (46° Chessari), Favarin (46° Tinazzi), Michele Santoni, Giorgino, Esposito, Varriale, Iovine (61° Mattia Santoni), Visone (70° Forò), Momentè (46° Olivieri), Pompei (52° Tulli), Tripoli (46° Desideri). Allenatore: Calori.

Marcatori: 1° Visone (S), 14° Elia Santoni (T), 50° Olivieri (S), 68° Desideri (S), 75° Forò (S).

Ammoniti: Iovine (S), Visone (S), Giorgino (S).

Arbitro: Coalizzi di Fermo. Assistenti: Zeppa e Tirabassi di Fermo.

Note: spettatori 250 circa. Un centinaio da San Benedetto.

TOLENTINO – Successo rotondo per la Samb al quinto test precampionato. I rossoblu passano 4-1 sul campo del Tolentino, dopo una gara sostanzialmente nervosa e poco spettacolare; il risultato insomma, non deve ingannare: la squadra di Alessandro Calori non ha impressionato, palesando anzi problemi soprattutto nel reparto avanzato, dove manca – ci penserà Morante? – uno stoccatore che finalizzi la manovra.

Lo stesso tecnico aretino, a fine partita, non ha nascosto una certa scontentezza. “Ho ricavato delle indicazioni allenanti”, è stata la curiosa sintesi dell’ex Triestina, che ha poi chiarito il concetto: “Dobbiamo ancora lavorare molto. Stasera non mi sono piaciute molte cose, ma prendiamo quello che viene, anche perché siamo ormai vicini alle competizioni ufficiali. I singoli? Bene Tulli e Olivieri. Salvo il solito carattere della squadra, ma come detto, dobbiamo crescere, e non poco”.

Tornando alla gara del Della Vittoria Calori, che ha dovuto fare a meno dell’acciaccato Diagouraga, ha schierato la Samb col consueto 4-3-3. Davanti a Consigli, linea difensiva composta da Michele Santoni – a proposito: oltre a Mattia, in panchina, a Tolentino c’era pure il terzo fratello della famiglia Santoni, Elia, attaccante cresciuto nel vivaio dorico e finito, quest’anno, alla corte di mister Zannini – e il brasiliano Lucas Favarin sugli esterni, Esposito e Varriale in mezzo; a centrocampo Giorgino, Iovine e Visone; tridente con Momentè centro-boa, affiancato da Pompei (a destra) e Tripoli (a sinistra), quest’ultimo all’esordio in rossoblu. Pronti, via e gli ospiti si portavano in vantaggio. Pompei si guadagnava una punizione da 25 metri. Batteva Visone: la sfera si incuneava nella barriera cremisi e si spegneva nell’angolino alla destra di Castorani. Pronta risposta dei padroni di casa che al 14° trovavano il pari. Lancio di Bellocchi dalla destra per Marini; il numero 2 cremisi crossava rasoterra in mezzo all’area, dove l’accorrente Elia Santoni di piatto, col destro, insaccava. Al 20° Tripoli aveva l’occasione per riportare in vantaggio i suoi, ma l’ex Palermo tirava addosso al portiere di casa, che deviava in angolo. Ultima occasione nella prima frazione di gioco al minuto 35: punizione dalla lunga distanza di Bellocchi, con Consigli che respingeva coi pugni. Meglio la Samb della ripresa, con gli innesti di Tinazzi al posto di Favarin – il difensore carioca non ha impressionato – Olivieri in luogo di Momentè e Desideri per Tripoli. Al 5° il nuovo vantaggio rossoblu, con Olivieri che, lanciato di Giorgino, entrava in area e trafiggeva l’estremo difensore cremisi. Dopo due occasioni capitate sui piedi di Pompei (52°) e Tulli (66°), la Samb triplicava: Giorgino per Olivieri, che di testa spizzava per Desideri. L’ex Saluzzo, sempre di testa, aggirava Castorani e metteva la palla in rete, vanificando l’intervento di un difensore avversario. Il 4-1 al 75°, con Forò che approfittava di un avventato retropassaggio della difesa di casa.

ORA DUE GIORNI DI STOP. LA RIPRESA MARTEDI’ La Samb, dopo l’amichevole di Tolentino beneficerà di due giorni di stop. La ripresa è prevista per martedì prossimo, a Nereto. Salutato l’ex portiere del Castel San Pietro Stefano Spada, la dirigenza entro qualche giorno dovrebbe decidere anche in merito a Pompei e Desideri – ci sbilanciamo: più sicuro di un contratto, al momento, più il secondo che non il primo.

Calori nel ritiro abruzzese aspetta il neoacquisto Fabio Fanelli, mentre non è detto che il difensore Pietro Zammuto si aggreghi al gruppo: pare più grave del previsto l’infortunio muscolare occorso due settimane fa dall’ex Juve, che preferirebbe curarsi in Piemonte. Il tecnico rossoblu, a tal proposito, ha detto: “Probabilmente non lo avremo prima di settembre. Sono molto preoccupato: abbiamo fuori uso i centrali di difesa Zammuto e Diagouraga (che continua a portarsi dietro un fastidioso problema all’inguine, ndr)”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 879 volte, 1 oggi)