SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tiziano Manfrin non intende più coprire il ruolo di direttore del settore giovanile della Samb. E’ questa la parziale sorpresa scaturita dagli incontri che si sono tenuti ieri tra i tecnici giovanili della Samb, i tre fratelli Tormenti e il direttore generale Claudio Molinari.

Manfrin, lo scorso anno, ha coordinato l’intero settore giovanile rossoblu tra ovvie e grandi difficoltà, cominciando a raggiungere alcuni risultati, tra i quali spicca la vittoria del campionato nazionale Allievi; ma l’ex giocatore del Milan, sembra, già da tempo avrebbe espresso la rinuncia a continuare in quel ruolo, sia perché lo scorso anno il lavoro è stato pressoché gratuito, sia, soprattutto, perché ambirebbe ad avere qualche compito in prima squadra: team manager, osservatore, direttore sportivo?

L’abbandono di Manfrin sarebbe un duro colpo per l’organizzazione del settore giovanile rossoblu, già privo di Zaini (è andato ad Ascoli): bisognerebbe ripartire ancora da zero.

Intanto slitta la presentazione dell’allenatore Alessandro Calori: verrà effettuata il giorno della partenza per il ritiro. La data verrà comunicata, probabilmente, in giornata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.209 volte, 1 oggi)