SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Dopo essersi perso tra il discutere di urbanistica e spettacoli mondani il sindaco Gaspari ci vieta la bottiglia di birra dalle 21,59, istituendo nella nostra città turistica il coprifuoco di divieto assoluto». Pensieri e parole di un ‘libertino’? No, dichiarazioni che portano la firma di Marco Lorenzetti, capogruppo consiliare Udc. L’ex assessore critica con toni accesi l’ordinanza emessa dal primo cittadino per vietare la vendita delle bevande alcoliche nei locali pubblici dalle 22 alle 6, fino alle fine d’ottobre: «Addio notte di San Lorenzo – commenta sarcasticamente Lorenzetti – Ferragosto in spiaggia, addio a baci e sogni sugli scogli Da lunedì è warning in tutta la città per chi osa vendere a turisti e cittadini bibite con il minimo tasso alcolico. Chi venderà bibite alcoliche rischia 500 euro di multa e in caso di recidiva la chiusura del locale, se la bibita viene portata al di fuori dell’esercizio».
Per Lorenzetti l’Amministrazione avrebbe introdotto con la vendita degli alcolici una sorta di ‘coprifuoco’ per gli amanti della bottiglia, un limite così rigido da fargli accostare la Riviera delle Palme alla Turchia. E il consigliere non risparmia una staffilata anche alle associazioni di categoria: «Guai anche a chi dimentica per cena il vino, è vietato acquistare per portar a casa una sola bottiglia, vietato dimenticarlo prima del coprifuoco. Sì perché non c’è dose minima nell’ordinanza, non esiste per il vino e birra modica quantità si vieta e basta, come in Turchia. Un’ordinanza dura e ingiustificata, senza nessun coinvolgimento delle associazioni di categoria che non innalzano un fiato per difendere i pubblici esercizi colpiti dall’ordinanza dello sceriffo».
L’ultimo affondo dell’ex assessore è ancora rivolto al primo cittadino: «L’ordinanza di Gaspari, si legge nell’atto, è addirittura emanata “al fine di prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità dei cittadini” e che “la forza pubblica è incaricata dell’esecuzione dell’ordinanza”. Non resta a Gaspari che munire i vigili di manganello per essere a capo della nuova Mosca».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.375 volte, 1 oggi)