La Confcommercio della Provincia di Ascoli Piceno si appresta a festeggiare i suoi 60 anni di fondazione (è stata infatti costituita l’11 Giugno 1945), così come sta facendo la Confederazione Nazionale nata appunto nel lontano 1945, con l’Ascom di Ascoli Piceno che ne è stata tra i fondatori. Il primo atto delle iniziative commemorative programmate è l’emissione di un francobollo celebrativo del sessantennale che, nel valore unitario di 0.60 eurocent (posta prioritaria), dallo scorso 18 Maggio è reperibile anche negli uffici postali e nelle tabaccherie della provincia di Ascoli Piceno.
“L’idea del francobollo commemorativo – spiega il Presidente Benito Calvaresi- rappresenta un modo simbolico ma assai diretto e significativo di rappresentare, non tanto la sola Associazione quanto un mondo, quello del Commercio, del Turismo e dei Servizi delle piccole e medie imprese che oggi non solo è diventato protagonista della realtà economica del nostro Paese, ma che sta anche contribuendo, in misura sempre più rilevante, alla produzione di nuove ricchezze e di nuove occupazioni. Il francobollo, dunque, vuole simboleggiare anzi, quasi incarnare, l’operosità e lo sviluppo di un’imprenditorialità che è oggi, in grande movimento.?
“Solo vent’anni fa – aggiunge il direttore Giorgio Fiori – questo francobollo non avrebbe avuto ragione di essere poiché avrebbe rappresentato una realtà che se pur stava già corposamente emergendo appariva ancora in ombra. Se infatti fino a vent’anni fa era ancora l’industria a produrre la parte più consistente del nostro valore aggiunto, ora è soprattutto la grande area del terziario deputata a pilotare (crisi permettendo) lo sviluppo e ad immettere nel sistema sempre nuove risorse. Questo francobollo cerca dunque di dare l’immagine e la cifra di questo cambiamento e di questo risanamento della piramide dei valori e delle priorità.?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 641 volte, 1 oggi)