Mancini 7: nel primo tempo è quasi inattivo, ma è comunque bravo a non farsi sorprendere da La Canna, liberatosi tutto solo al centro dell’area di rigore. Nella ripresa, la Spal lo mette a dura prova, ma riesce comunque a mettere una pezza
Taccucci 5,5: nei momenti topici della gara commette delle incertezze che potrebbero costare molto caro alla Samb.
Colonnello 5,5: nel primo tempo subisce una bambola da La Canna che potrebbe costare il pareggio. Nella ripresa, in occasione del gol di Selva, subisce un fallo clamoroso e non ha nessuna colpa, ma non è al top ed arranca sia nel contenere l’avversario che nel gestire le ripartenze.
Amodio 5,5: un po’ sotto tono, scompare per lunghi tratti dalla gara
Femiano 6: per tutto il primo tempo, è puntuale nelle chiusure. Commette qualche sbavatura nella ripresa, quando la Spal, dopo aver diminuito le distanze, si fa sotto a testa bassa.
Canini 6: nuovo look, la grinta di sempre.
Tedoldi 5,5: con la maglia rossoblù non riesce a confermare le doti messe in mostra a Cesena. Gira a vuoto e non riesce a dare ai compagni l’apporto di cui avrebbero bisogno sulla fascia.
Cigarini 7: aggredisce gli spazi, fa girare la palla e gestisce la manovra con la capacità dei campioni. Non sbaglia mai un intervento ed è utilissimo anche quando la Samb è costretta a stringere i denti per contrastare il ritorno dei ferraresi.
Alberti 6: Ballardini, consapevole delle qualità del giovane attaccante (fa parte insieme a Canini della nazionale Under 20) lo butta nella mischia nelle occasioni importanti. Non sempre riesce a ripagare la fiducia, ma stasera è bravo a ribattere in rete la conclusione di Martini, che porta la Samb sul 2 a 0. Esce dal campo, quando sale la pressione degli spallini.
Leon 7,5: inutile negare che rappresenta il plusvalore della Samb rispetto agli avversari. A chi lo critica per egoismo, risponde nella maniera più eloquente possibile. Si diverte e fa divertire. Il gol di oggi è una perla che rimarrà negli annali della categoria.
Martini 6,5: torna titolare dopo mesi e si batte come un leone. Vogliamo assegnarli il gol del raddoppio per la determinazione messa in campo.
De Rosa 6,5: assente a sorpresa nella formazione titolare, viene buttato nella mischia quando la Samb inizia a scricchiolare. La Samb mette il lucchetto.
Femiano 6: sostituisce uno spento Tedoldi, cercando di dare solidità alla squadra.
Pompei s.v.: torna in campo dopo 7 mesi. Gioca una manciata di minuti, ha l’occasione per il 3 a 1. ma la sciupa malamente. Avrà altre occasioni per mettersi in mostra da qui alla fine del campionato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 865 volte, 1 oggi)