SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono oltre mille (per l’esattezza 1091) le domande di condono edilizio pervenute al Comune entro il 10 dicembre 2004, scadenza fissata dalla legge.
Le tipologie di abusi oggetto di condono riguardano ampliamenti volumetrici e cambi di destinazione. Non compaiono dunque i grandi abusi edilizi (nuovi fabbricati, ecc.).
Fino ad oggi il Comune ha già introitato € 715.367,64 per gli oneri concessori ma, poiché la legge prevede la possibilità di rateizzare il pagamento con altre due scadenze fissate al 31 maggio e al 30 settembre 2005, si stima che gli oneri da introitare entro il 30 settembre ammontino complessivamente a € 2.100.000,00 circa.
A queste somme debbono aggiungersi € 339.034,81, quale quota del 10% dell’importo dell’oblazione che chi ha fatto domanda ha dovuto versare allo Stato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 379 volte, 1 oggi)