ROMA – Stasera si dovrebbero conoscere i nuovi calendari dei campionati di un girone di serie C1 e uno di serie C2. La decisione sarà ufficializzata dal Direttivo della Lega di C dopo la riunione in programma perle ore 17.00 di oggi a Roma. Oltre che al programma stagionale, il Direttivo discuterà anche il comportamento legale da tenere nei giudizi davanti al TAR del Lazio a causa dei ricorsi di L’Aquila e Varese che aspirano al rientro in serie C2.
Il presidente di Lega di serie C Mario Macalli intanto è intervenuto sulla questione calendari, che non saranno stravolti, ed ha smentito con forza l’ipotesi di uno sciopero delle società di serie C.
Queste le sue:”Siamo Presidenti di calcio e il nostro mestiere è il calcio. Per questo domenica prossima non ci sarà nessuno sciopero delle squadre di C”. Nel corso dell’intervista il presidente ha tranquillizzato dirigenti e tifosi: “L’inserimento “forzato” di Como (C1) Ancona(C2) e Viterbese (C2) in seguito a decisioni discutibili della giustizia ordinaria hanno creato un comprensibile imbarazzo e oggettive difficoltà, ma il calendario già stilato non sarà stravolto. Almeno il 90% delle partite programmate dal vecchio calendario saranno ri-confermate. In C1 a riposare sarà una squadra lontana, presumibilmente una squadra sarda”. Il presidente Macalli ha concluso l’intervista auspicando che, al di là delle sentenze, il calcio torni ad essere governato dal buonsenso e dalla trasparenza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 337 volte, 1 oggi)