MONTEPRANDONE – Nel corso del Consiglio comunale odierno, il sindaco Sergio Loggi ha conferito un riconoscimento a quattro cittadini di Monteprandone che si sono contraddistinti per vari meriti.

Di seguito le motivazioni e la foto dei quattro premiati insieme a tutto il Consiglio comunale e il Sindaco Sergio Loggi.

A Luigino Malizia con profonda gratitudine per la sua dedizione al lavoro profusa con professionalità e senso del dovere.

Malizia è un ex dipendente comunale, prima autista di scuolabus, poi del camion della nettezza urbana e, infine, operaio cantoniere nel settore lavori pubblici.

Per 35 anni Malizia è sempre stato presente e collaborativo con i colleghi e con le varie Amministrazioni comunali che si sono susseguite.

A Mario Straccia per la capacità imprenditoriale che ha dimostrato trasformando la Zinc Industria nella PicenaZinc, uno dei più grandi gruppi industriali del Piceno e per la comprovata dedizione, in vari ruoli aziendali, nei 45 anni di attività lavorativa, in un’azienda cardine dell’economia locale che ha contribuito alla crescita della comunità monteprandonese.

A Giovanni Rosati per aver realizzato da autodidatta, in decenni di paziente ricerca sui materiali più semplici, mosso solo da un’inesauribile vena artistica, una grande produzione di diorami presepiali. Per aver creato l’Accademia Italiana di Arte Presepiale, un’istituzione culturale in cui giovani appassionati possono imparare la nobile arte del presepio. Per aver saputo conquistare, in trent’anni di attività alla guida dell’associazione Segui la Cometa, un ruolo fondamentale nella vita culturale locale, svelando a migliaia di turisti e visitatori la magia che durante le festività natalizie si respira nel borgo storico di Monteprandone e divenendo indiscusso punto di riferimento in Italia e all’estero, nella tutela della memoria collettiva e del valore autentico del Natale.

A Giuseppe De Felice per aver compiuto, da appassionato di ciclismo, un’impresa eccezionale in solitaria in sella alla sua bicicletta. Partendo da Monteprandone, attraversando quattro nazioni, in soli dieci giorni, ha percorso circa 2.000 km, sui pedali per raggiungere Londra. Promotore di politiche per una mobilità sostenibile a qualsiasi età, è un bellissimo esempio per le giovani generazioni.