SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Questa sera, giovedì 22 dicembre, siamo stati invitati dalla società della FI.FA Security Unione Rugby San Benedetto per partecipare alla consueta cena di fine anno nel locale Club House all’interno della struttura del Campo “Nelson Mandela”. Dopo un caloroso benvenuto da parte della società, aver apprezzato il pasto e scambiati gli auguri di buone feste abbiamo avuto modo di intervistare il Presidente Edoardo Spinozzi. Il patron sambenedettese ci ha raccontato del bellissimo ed emozionante 2022 che ha visto protagonista proprio la sua squadra prima con la promozione in Serie B, che mancava da quasi 30 anni, fino alle ultime tre vittorie consecutive prima del passo falso contro Firenze per poi arrivare a parlare del gioiellino che ospita la prima squadra e il promettente settore giovanile.

Spinozzi: “Quest’anno è stato particolarmente emozionante per noi e la Serie B mancava a San Benedetto da circa trent’anni. Vorremmo mantenere la categoria per almeno quest’anno. Con Firenze abbiamo fatto un passo falso ma ce lo aspettavamo perché loro sono tecnicamente più organizzati ma nel duemilaventitré siamo pronti a dare battaglia già dal primo derby storico in Serie B contro Jesi. Mandela? Possiamo dire che per noi il futuro è molto ambizioso, siamo una società giovane e dinamica con il sostegno di ottanta partner. Vogliamo offrire ai nostri tesserati e alle famiglia che frequentano la struttura dei servizi di altissima qualità, e magari un giorno poter ospitare le partite di Serie A o Eccellenza. Settore giovanile? Siamo presenti ormai da quattro anni nelle scuole del territorio, abbiamo dei tecnici qualificati e abilitati a lavorare all’interno degli istituti. Abbiamo anche il settore femminile, gestito con Montegranaro, che fino all’Under 13 si allena assieme ai ragazzi. Abbiamo anche una ragazza, Alessandra Curzi, che è in Nazionale Under 18 e l’augurio è quello che ci rimanga per poi arrivare in Nazionale maggiore”.