PORTO SAN GIORGIO – Si è svolta questa mattina, 5 novembre, nel porto turistico di Porto San Giorgio una esercitazione antincendio finalizzata a monitorare le procedure nonché i tempi di intervento del personale chiamato, ognuno per il proprio ambito di competenza, ad intervenire in caso di evento reale, acquisendo, al contempo, esperienza e dimestichezza per il coordinamento di uomini e mezzi in caso di incidenti, che si spera non accadano mai.

In particolare è stato simulato l’ incendio di una unità da diporto ormeggiata al molo “L” del porto turistico con un ferito a bordo.

L’Amministratore del porto alle ore 10.50 ha lanciato l’ allarme interessando l’Ufficio Circondariale Marittimo di Porto San Giorgio che ha subito disposto le conseguenti attività di intervento.

Gli uomini della Guardia Costiera intervenuti sul posto hanno coordinato l’intervento operativo del personale dipendente dal “Marina di Porto San Giorgio”, chiamati ad intervenire sul luogo dell’incidente, mediante i dispositivi antincendio fissi e mobili in dotazione. A supporto delle attività è intervenuta anche una squadra della protezione civile che ha garantito il controllo della viabilità in zona e una ambulanza della Croce Azzurra di Porto San Giorgio che ha prestato i soccorsi al malcapitato, recuperandolo dall’imbarcazione e trasferendolo sull’autoambulanza.

L’esercitazione rientra tra le attività periodiche che l’Autorità Marittima ha il compito di programmare semestralmente per testare l’efficienza e le procedure d’intervento previste


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.