SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La storica azienda sambenedettese, Linea Ufficio, che da sempre si occupa di consulenza e assistenza dagli uffici più̀ piccoli, fino ai più strutturati centri stampa del territorio, ha deciso di intraprendere una nuova avventura ed entrare nel mercato dell’innovazione digitale e delle tecnologie 4.0, con un nuovo brand. 

 

La nuova realtà è stata presentata alla stampa con una conferenza dedicata, venerdì 30 Ottobre allpresso lo showroom di Linea Ufficio.

Obiettivo, lo sviluppo tecnologico all’interno delle imprese per far evolvere il business delle imprese del territorio marchigiano e non solo. 

Secondo i dati riportati dalll’Osservatorio Artificial Intelligence della School of Management del Politecnico di Milano nel 2019 il 56% delle imprese italiane ha già avviato progetti di Intelligenza Artificiale. La pandemia del Covid -19 ha accelerato la trasformazione digitale, il distanziamento forzato ha dato uno slancio all’utilizzo delle tecnologie, a ogni livello di attività, da quelle individuali dello Smartworking a quelle di fabbrica della produzione Smart.  Oggi a seguito dell’emergenza quasi un terzo delle imprese sta riconvertendo la sua produzione o sta valutando di farlo (rispettivamente il 12% e 19%), e per il 25% di queste sono state fondamentali tecnologie 4.0 come l’IoT e il Cloud computing. 

 

Haster rappresenta la migliore opportunità di innovazione che si vuole mettere a disposizione per le imprese del Centro Italia, ma soprattutto per le imprese Marchigiane ed Abruzzesi che intendono approcciare al meglio e con professionalità l’Innovazione in Azienda – dichiara Maurizio Spazzafumo, sales director di Haster  – entriamo nel mondo dell’innovazione digitale con la consapevolezza di poterlo fare avendo in casa un team di persone con competenze e le giuste conoscenze, nonché Partner Nazionali ed Internazionali con i quali si è instaurato un vero e proprio canale privilegiato. Vogliamo accompagnare le Aziende e la Pubblica Amministrazione verso un nuovo percorso, verso nuove visioni utili per  diminuire i tempi, dare maggiori sicurezze e sfruttare al meglio  le nuove modalità di approccio al mondo del lavoro che il digitale pone in essere oggi. ” 

 

Al centro della sua mission: lo sviluppo digitale delle imprese tramite l’adozione di tecnologie 4.0, nuove forme di collaborazione remota, intelligenza artificiale, realtà aumentata e realtà virtuale. Abbiamo deciso di investire nell’innovazione digitale. Riteniamo che il futuro delle imprese del territorio e anche italiane debba passare attraverso nuove forme di collaborazione agile in modalità remota, aree di lavoro condivise, strumenti interattivi di comunicazione visiva e tutte le tecnologie che possano dare spazio a nuovi orizzonti lavorativi ha affermato Rocco Monteleone, Chief Innovation Officer di Haster– proprio affrontando il tema della valorizzazione del territorio, il turismo è uno dei settori che più ci tocca da vicino in una realtà come la nostra della Riviera delle Palme, stiamo progettando un ecosistema ricettivo pensato agli albergatori ed ai ristoratori. Come? con tecnologie che permettono di migliorare il servizio erogato e di farlo in modalità assolutamente semplice. Anche la sicurezza è un tema che ci sta molto a cuore: la sicurezza dei dati aziendali, ma anche la sicurezza sul luogo di lavoro. Abbiamo lavorato a stretto contatto con i più grandi player del mercato per studiare le soluzioni migliori da inserire in offerta, e quelle più facilmente scalabili dal punto di vista architetturale.” 

I negozianti e le attività commerciali sono duramente colpite dalla pandemia. Avete pensato anche a loro?: “Sì, certo. Mai prima d’ora la vendita al dettaglio ha subito un cambio epocale come questo. Le logiche d’acquisto sono drasticamente cambiate. Stiamo facendo convergere il pensiero del negoziante verso una moneta tanto importante quanto sottovalutata. Il Dato del consumatore finale. Ci sono tecnologie che possono raccogliere gusti ed abitudini delle persone, che possono mettere in relazione i dati d’acquisto con quelli della pedonabilità all’interno del negozio, ad esempio. Stiamo fornendo ai nostri Clienti la possibilità di collezionare dati, indispensabili nella filiera della vendita e nella proposizione di nuovi articoli e prodotti.

San Benedetto del Tronto ruota intorno al turismo: in che modo queste tecnologie potrebbero aiutare albergatori, proprietari di chalet? “Vogliamo fare qualcosa di grande per la nostra città e per il nostro territorio. Ci riuniremo presto attorno ad un tavolo  con l’associazione degli albergatori, dei ristoratori, e con chi lavora nel settore ricettivo e dell’ospitalità in generale. Abbiamo delle soluzioni che aiuterebbero per esempio l’albergatore a velocizzare le operazioni di check-in e la consegna delle chiavi della camera, altre tecnologie potrebbero aiutare il proprietario o il gestore dello stabilimento balneare a migliorare l’erogazione dei servizi sulla spiaggia. Ma pensiamo anche ai ristoratori, che potrebbero implementare una soluzione di menù visibile dallo smartphone che non si limiterebbe solamente alla consultazione dei pasti, ma all’ordine stesso e perché no, al pagamento del conto.”

In questi ultimi mesi sentiamo sempre parlare di didattica a distanza, lezioni online, come si differenzia Haster sul mercato, rispetto agli strumenti che le scuole oggi hanno a disposizione? “Siamo del parere che la didattica a distanza sia un palliativo all’istruzione, e che i nostri ragazzi debbano andare a scuola per una moltitudine di vantaggi. Siamo anche ben consapevoli che talvolta la tecnologia al supporto dell’uomo può apportare dei benefici. Anche nell’istruzione. Abbiamo scelto delle soluzioni, anche economicamente sostenibili dagli istituti che garantiscono lo svolgimento delle lezioni a distanza. Sistemi di video e audio conferenza, microfono direzionali, webcam ottimali, lavagne interattive anche a distanza. La scuola non può e non deve fermarsi.”

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.