TERAMO – Una brutta storia che andava da diverso tempo e che ha portato a dure misure cautelari.

I Carabinieri di Castelnuovo Vomano, nel Teramano, nella mattinata del 27 aprile, hanno arrestato un giuliese di 47 anni già noto alle Forze dell’Ordine in seguito alle indagini svolte a seguito della denuncia sporta dall’ex convivente dell’uomo.

L’Autorità Giudiziaria, infatti, dopo le accurate indagini svolte dai militari dell’Arma, ha emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del giuliese, che già si trovava agli arresti domiciliari, per fatti analoghi verso un’altra vittima.

In particolare è stato accertato che, nonostante lo stato di restrizione ai domiciliari, ne era evaso per recarsi a casa della vittima, minacciandola di morte al fine di fare ritirare la denuncia nei suoi confronti.

“Non solo: l’uomo ha anche chiamato continuamente la vittima, ad ogni ora del giorno e della notte per spaventarla, creandone un forte stato di ansia e forte paura – si legge nella nota diffusa dal Comando Provinciale di Teramo – La donna, quindi, disperata ha riferito tutto ai Carabinieri, che hanno raccolto prove inconfutabili contro l’aguzzino, il quale, così, stante la sua pericolosità sociale è stato trasferito in carcere, a Teramo”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.