RIPATRANSONE – Appuntamento sociale nell’entroterra nei prossimi giorni.

Si terrà a Ripatransone, venerdì 29 novembre (dalle 9.15 alle 13.30 presso il Teatro Mercantini) un convegno sul tema “La tutela del suolo e agricoltura nelle Marche – Le ragioni della nuova Politica agricola comunitaria (PAC) – Post 2020”. Promosso dalla Regione, in collaborazione con il Programma di sviluppo rurale Marche 2014/2020, l’incontro prenderà spunto dalle azioni avviate attraverso i fondi della Pac (aiuti diretti alle imprese e Psr 2014/2020) per migliorare la conoscenza dei suoli e la gestione sostenibile delle terre. Parteciperanno esperti istituzionali della Commissione europea, del ministero Agricoltura e personalità del mondo della ricerca, delle professioni, della produzione e delle amministrazioni locali che potranno offrire un importante contributo in termini di informazione e aggiornamento.

“La tutela del suolo e l’agricoltura svolgono oggi il ruolo di cerniera tra le finalità climatico-ambientali (emissione e assorbimenti gas serra) e la produzione di cibo, evitando rischi di degrado delle risorse naturali – sottolinea la vicepresidente Anna Casini, assessore all’Agricoltura – Questo contesto impone agli agricoltori scelte gestionali di lungo periodo che vanno oltre la produzione e i cicli di coltivazione. La gestione sostenibile dei suoli è una priorità trasversale della Politica agraria comunitaria, sostenuta attraverso obblighi e incentivi”.

La Regione Marche, secondo la Casini, “sostiene, da sempre, la tutela del suolo e lo sviluppo di un’agricoltura sostenibile. Gli Accordi agroambientali d’area del Psr Marche 2014/2020 rappresentano un metodo innovativo, a livello nazionale, per attivare azioni mirate alla prevenzione della contaminazione delle acque da nitrati e fitofarmaci e per la tutela del suolo e la prevenzione del dissesto idrogeologico. Con l’iniziativa di Ripatransone, la Regione illustrerà le novità su questi temi, con particolare riferimento alla nuova programmazione della Pac post 2020, in fase di definizione. Le indicazioni tecniche e il contributo diretto dei relatori, potranno fornire un valido stimolo per le scelte future, nell’obiettivo comune di garantire la migliore gestione sostenibile del suolo e delle terre”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.