SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Riviera in poco meno di 30 giorni, compreso il versante Teramano, ha subito la “bellezza” di tre rapine. Ultimo episodio oggi, 19 febbraio, all’Eurospin di viale dello Sport a San Benedetto.

Nel mirino tre supermercati. Da inizio 2018 una preoccupante “escalation”.

Tutto è iniziato il 26 gennaio quando, all’ora di chiusura, due persone sono entrate al “Sì con te” di Grottammare vicino al ponte del Tesino sulla SS16 e hanno praticato la stessa modalità di stasera: volto travisato e pistola (forse giocattolo) alla mano. I ladri si fecero consegnare il denaro presente nelle casse, circa 4 mila euro, e si diedero a una rapida fuga.

Il 5 febbraio tre persone, sempre a volto coperto e pistola alla mano, sono entrate verso l’ora di chiusura al Conad di Martinsicuro in via Roma. Due ladri si sono fatti consegnare il denaro presente nelle casse dalle cassiere mentre un terzo, entrato nel box informazioni, aveva chiesto ad un addetto di aprire la cassaforte che però non era presente all’interno. Il titolare provò a fermare i tre ma fu minacciato con l’arma da fuoco.

E arriviamo a oggi, 19 febbraio, all’Eurospin di San Benedetto con due persone a volto coperto e armate che si sono fatte consegnare i soldi custoditi nelle casse per poi darsi rapidamente alla fuga.

Dal “Modus operandi” è possibile che sui tre episodi ci sia la stessa mano: ovvero una banda che agisce sul territorio puntando le attività commerciali. Gli inquirenti cercano di far luce sulle vicende e a dare un freno alla criminalità che ultimamente pare dilagante.

Da non dimenticare, purtroppo, i frequenti furti notturni ai danni di bar, tabaccherie, sala slot ma anche abitazioni sia sulla costa sia nell’entroterra. E anche di auto.

I cittadini vogliono interventi adeguati per contrastare le azioni criminali e chiedono più sicurezza alle istituzioni.

 

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.511 volte, 1 oggi)