MARTINSICURO – Incappucciati e armati rapinano il Conad di Martinsicuro. Attimi di paura prima delle 19 di ieri quando tre uomini, incappucciati e armati, hanno fatto irruzione nel nuovo supermarket di via Roma. Un’azione fulminea e coordinata durata circa un minuto: due uomini del commando si sono diretti verso le 3 casse aperte e, dietro la minaccia di una pistola e di un coltello, si sono fatti consegnare il contante dalle cassiere, mentre il terzo è entrato nel box informazioni intimando all’addetto di aprire la cassaforte che però non era presente all’interno del box.

Hanno quindi deciso di allontanarsi dal negozio solo con il denaro arraffato da due casse (la terza non è stata toccata poiché una delle addette, presa dal panico, non è riuscita ad aprirla). Uno dei due titolari, mentre cercava di mettersi in contatto con le forze dell’ordine, ha deciso di inseguire i tre rapinatori fino all’uscita secondaria del parcheggio in via Tevere, trovandosi, però, faccia a faccia con uno di loro: il malvivente gli ha subito puntato la pistola contro intimandogli di buttare via il cellulare.

Poi i tre sono risaliti a bordo dell’auto, che era stata parcheggiata nelle vicinanze, facendo perdere le proprie tracce.

Sul posto si sono portati i carabinieri della locale stazione e quelli del radiomobile di Alba Adriatica che hanno avviato l’indagine del caso. I militari hanno subito passato in rassegna le immagini delle telecamere a circuito chiuso del negozio. Grande lo spavento per i clienti che erano all’interno del supermarket e di tutto il personale, fortunatamente nessuno è rimasto ferito. Secondo le prime testimonianze raccolte sul posto, i tre erano italiani e, mentre mettevano a segno il colpo, cercavano di camuffare il più possibile la voce.

Ancora da quantificare il bottino.

Il titolare dopo la rapina al Conad, ecco la sua testimonianza

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 8.793 volte, 1 oggi)